L’agente di Quagliarella in missione negli States. Ma la Samp gioca i jolly

marcatori highlights
© foto www.imagephotoagency.it

L’attaccante pensa solo alla Sampdoria, ma il suo procuratore non vuole farsi trovare impreparato: tra la missione negli States e i jolly di Ferrero

Quale sarà il destino di Fabio Quagliarella? È questa la domanda che molti (se non tutti) tifosi della Sampdoria si pongono a ormai tre giornate dalla fine della stagione. L’attuale capocannoniere della Serie A difficilmente darà seguito ai numerosi record ottenuti in questo campionato, ma l’esperienza coltivata nel corso della sua carriera rappresenta indubbiamente un valore aggiunto per tutta la rosa blucerchiata, che fino a qualche settimana fa si ritrovava in piena lotta per l’Europa League soprattutto grazie alle reti del proprio capitano. Il club lo sa e vorrebbe permettergli di chiudere la carriera in blucerchiato, rispettando così il contratto con scadenza nel 2020 sottoscritto a Natale.

Ogni certezza, però, verrebbe messa in discussione da una cessione societaria che, giorno dopo giorno, sta diventando sempre più realtà. Se il posto del direttore sportivo Carlo Osti sembrerebbe al sicuro, lo stesso non si può dire per il tecnico Marco Giampaolo, che al termine della sfida contro il Parma ha ribadito tutta la sua insofferenza verso un mercato rivoluzionario, fatto solo di plusvalenze e scommesse. Senza Giampaolo, dunque, la Sampdoria si ritroverebbe senza Quagliarella. Stando a quanto riportato dal Secolo XIX, l’agente del 27 doriano Beppe Bozzo non vuole farsi trovare impreparato, qualora le carte in tavola dovessero cambiare, e starebbe sondando il terreno negli Stati Uniti, assecondando il desiderio di Quagliarella di provare un’esperienza in MLS. L’addio del capitano resta comunque, almeno per il momento, un’ipotesi remota.