L’argentino Seculin: «La Samp è storia». Su Leris e Depaoli…

Sampdoria Seculin
© foto sampdoria.it

Il portiere della Sampdoria si presenta ai nuovi tifosi: «Arrivo in una piazza storica, mi farò trovare pronto»

LE PRIME PAROLE DI SECULIN ALLA SAMPDORIA

Il nuovo portiere della Sampdoria Andrea Seculin si è presentato ai nuovi tifosi: «Arrivo in una piazza storica, molto importante, con una lunga tradizione di numeri uno: ammiravo molto l’argentino Romero per lo stile simile al mio. È uno stimolo in più per affrontare al massimo questa nuova avventura. Il mio compito sarà quello di allenarmi al massimo per farmi trovare pronto qualora ce ne fosse bisogno. La squadra non è partita bene in campionato ma il gruppo ha le carte in regola per lasciarsi alle spalle questo momento di difficoltà e ripartire».

Impossibile non citare Fabio Depaoli e Mehdi Leris, entrambi ex Chievo proprio come Seculin: «Sono molto contento di ritrovarli, sono due giovani di grande prospettiva. Sono convinto che faranno molto bene perché hanno qualità. In più mi aiuteranno a integrarmi al meglio con questo gruppo, dandomi consigli extracalcistici». Due parole anche sul rivale Emil Audero: «È un grande portiere – ha concluso Seculin ai microfoni del canale ufficiale della Sampdoria – sono sicuro che lavoreremo bene insieme».