Mediobanca incontra Vialli e gli arabi: le ultime sulla cessione

gianluca vialli candido day
© foto www.imagephotoagency.it

Mediobanca, appuntamenti con il gruppo Vialli e il fondo arabo per la cessione: dopo Pasqua il meeting con Ferrero

Dopo un weekend intriso di emozioni, che ha visto la Sampdoria trionfare nel Derby della Lanterna, le trattative per la cessione del club riprendono a gonfie vele. Stando a quanto riportato dall’edizione odierna de Il Secolo XIX, tra oggi e giovedì l’advisor Mediobanca incontrerà sia i rappresentanti del gruppo Vialli – le cui fila dovrebbero essere tenute da Maurizio Dallocchio, professore ordinario di Finanza Aziendale presso l’Università Bocconi di Milano – che quelli del fondo arabo, ovvero i due possibili acquirenti che finora hanno dimostrato maggior interesse.

Conclusi gli incontri dei prossimi giorni, Mediobanca si incontrerà con la proprietà blucerchiata e relazionerà Massimo Ferrero sugli esiti, verosimilmente dopo Pasquetta: a quel punto, per Er Viperetta sarà tempo di fare il punto della situazione e orientarsi verso una decisione definitiva, dato che i tempi per un eventuale closing stringono (la scadenza era stata fissata per la fine del mese). Nel frattempo, Aquilor rimane in stand-by e più defilato – interessa anche la situazione del Parma, altro club di Serie A in vendita – mentre York Capital Management è ormai ad un passo dal rilevare il Palermo.

La cordata di imprenditori rappresentati dalla celeberrima figura di Vialli è indubbiamente avvantaggiata nella corsa all’acquisto della Sampdoria, dato che da diversi mesi starebbe portando avanti la trattativa per l’acquisizione delle quote societarie e potrebbe quindi essere l’unica in grado di accelerare i tempi per una chiusura. Attenzione, però, anche al fondo arabo, la cui offerta di base sembra più allettante rispetto a quella dei diretti concorrenti – sia per cifre che per metodi di pagamento – e sarebbe accompagnata da un progetto tecnico ambizioso. Tuttavia, in questo caso i tempi si allungherebbero e diverrebbero necessarie almeno altre tre o quattro settimane.


VUOI RESTARE AGGIORNATO SULLA SAMPDORIA? SCARICA LA NOSTRA APP!