Mihajlovic abbraccia Zenga: «Già alla Samp lottavamo per essere i più forti»

mihajlovic bologna
© foto www.imagephotoagency.it

Mihajlovic abbraccia Zenga: «Mi ha insegnato a non mollare mai. Già dai tempi della Sampdoria eravamo sempre insieme»

Sinisa Mihajlovic sta sicuramente affrontando l’emergenza Coronavirus con un altro spirito, dopo aver combattuto per mesi la leucemia. Tornato a parlare durante la trasmissione Verissimo in onda su Canale 5, al tecnico del Bologna sono stati mostrati alcuni video-messaggi di ex compagni e avversari, tra cui anche Walter Zenga: «Già dai tempi della Sampdoria eravamo sempre insieme – ha ricordato il tecnico serbo – e insieme lottavamo per lo stesso obiettivo, quello di essere i più forti. Mi hai insegnato a non mollare mai, ad essere sempre sé stessi e a tenere sempre la testa alta in qualsiasi situazione della vita».

«Durante questa malattia ho ricevuto tantissimi messaggi di affetto, dalla gente comune, da gente famosa, ho visto in tutti gli stadi i vari striscioni. Un mio amico dice che prima ero quello che divideva, ora con questa malattia e per come mi sono posto ho riunito tutti. Tutta questa dimostrazione di affetto mi ha dato una forza enorme per non mollare, tenere duro e uscirne bene, perché non potevo deludere nessuno di loro, la mia famiglia e me stesso», ha concluso Mihajlovic.