Nuovo blitz di Vialli: incontro a Venezia con Ferrero

ferrero sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Ferrero incontra Vialli, resta fermo sulle sue richieste economiche e ribadisce la non fretta di vendere la Sampdoria

Il ritiro ufficiale del gruppo Vialli dalla trattativa per l’acquisto della Sampdoria non sembra aver cambiato lo scenario: tutto è ancora possibile, sebbene le tempistiche per una cessione potrebbero slittare fino alla prossima primavera. Il presidente Massimo Ferrero resta infatti fermo sulle sue posizioni e, come riporta Sportitalia, avrebbe ribadito a Gianluca Vialli – incontrato a Venezia – le sue richieste economiche sottolineando di non avere alcuna fretta di cedere la società blucerchiata. Il numero uno doriano si aspetta un ulteriore rilancio da parte del fondo americano che vada a colmare il gap esistente tra domanda e offerta. 

Ferrero non sembra nemmeno preoccupato per la richiesta di rinvio a giudizio formulata dalla Procura di Roma, nella quale si specifica che: «Con più atti esecutivi del medesimo disegno criminoso, per procurare alla Vici srl un ingiusto profitto, si appropriavano indebitamente di parte delle somme accreditate con bonifico estero», come riporta il Secolo XIX. Viene coinvolta anche la figlia Vanessa, in concorso nel reato, mentre la Sampdoria resta parte lesa, come specificato dal procuratore aggiunto Rodolfo Sabelli che contesta a Ferrero: «Le aggravanti di aver cagionato alla Sampdoria un danno patrimoniale di rilevante entità e di aver commesso il fatto abusando di relazioni d’ufficio».