Palermo – Sampdoria: scelte obbligate per Mister Ferrara?

© foto www.imagephotoagency.it

Grattacapi per Mister Ferrara in vista del Palermo di Gasperini, comunque poche alternative soprattutto per l’attacco. L’infortunio di lungo corso di Maxi Lopez e Nicola Pozzi non ancora recuperato pongono il Mister davanti a due scelte: schierare il giovane Icardi in un 4-4-2 oppure nel già impiegato tridente con Estigarribia ed Eder.

Come riporta il Secolo XIX, Ferrara già nel post gara contro l’Atalanta aveva speso parole di stima e incoraggiamento verso il blucerchiato classe 93′, che non era riuscito a concretizzare solo a causa della ribattuta sulla linea di porta effettuata da Stendardo.

La prima ipotesi è appunto un 4-3-3 dove Mauro Icardi potrebbe giocare sia come punta centrale sia come esterno con Eder centroavanti.
Seconda opportunità quella di schierare un 4-4-2 o un 4-3-1-2 con l’impiego di un trequartista. Di ruolo però c’è solo Juan Antonio, per ora ancora a zero minuti in questo Campionato di Serie A; adattabili invece ci sarebbero anche Soriano e Maresca. Una Sampdoria comunque messa assieme con i cerotti.
Ultima remota ipotesi, provata in allenamento da Mister Ferrara, il quale si appresterà ad effettuare le sedute  di giovedì e venerdì alle ore 12:00 per abituarsi all’orario in cui si giocherà il match contro il Palermo, potrebbe essere il 4-5-1 con Eder unica punta. 

L’unico reparto che non sembra porre dei dubbi è la retroguardia blucerchiata con centrali Gastaldello e Rossini, esterni il ritorno di Costa e la conferma di De Silvestri al posto di Berardi.

L’infermeria intanto manda segnali positivi per la mediana: Obiang è recuperato, Maresca non sembra più infastidito al polpaccio infine Poli, Munari e Soriano sono in buona forma. Nenad Krsticic sta forzando i tempi di recupero con esercizi mirati per tornare in campo già nel derby,  sembra molto difficile un suo impegno già a Palermo. 

Articolo precedente
Esclusiva – Ag. Icardi: “E’ pronto, mi auguro che domenica possa giocare e segnare. La Samp si rialzerà, assurdo contestare Ferrara”
Prossimo articolo
Il “Ferraris”: l’inespugnabilità è solo un ricordo