Pastor punta in alto: «Voglio che si parli di me». Ecco la richiesta alla Samp

Pastor
© foto Mattia Bronchelli

Pastor sogna un futuro nel calcio italiano: «Vorrei fare il ritiro estivo con la Sampdoria e poi essere girato in prestito in Serie B. Voglio che si parli di me»

Alex Pastor, arrivato in prestito alla Vis Pesaro dalla Sampdoria, ha collezionato 19 presenze alla sua prima esperienza in Serie C. Il difensore centrale commenta l’ottimo avvio di campionato e le aspettative per il futuro: «Sono in un gruppo fantastico. Dico gruppo prima di squadra perché abbiamo un grande legame: dall’allenamento alla cena, condividiamo ogni cosa. Vivere in questo ambiente mi rende tutto più semplice. Allenarsi con giocatori come Lazzari e avere compagni di reparto del calibro di Briganti e Gennari aiuta, sia a giocare che a fare meglio. Nel girone d’andata non pensavo mai a chi dovevo marcare, ora sono entrato nella mentalità italiana, si guarda sempre tutto nei particolari. Colucci è un grande allenatore, è preparatissimo in ogni cosa. Il martedì lavoriamo a livello atletico e per tutta la settimana curiamo ogni piccola cosa a livello tattico. Alla Sampdoria nel settore giovanile mi ero trovato molto bene con Claudio Bellucci, ora all’Albissola. Si assomigliano anche esteticamente».

Sul futuro, Pastor sembra già avere le idee chiare: «Mi piacerebbe fare il ritiro estivo alla Samp per poi essere girato in B. Sono giovane, ho ancora tanto da migliorare. L’anno scorso, quando mancava un difensore, Giampaolo mi chiamava sempre. Marcavo giocatori del calibro di Gaston Ramirez e Fabio Quagliarella. In difesa tecnicamente mi impressionò tantissimo Gian Marco Ferrari – ora al Sassuolo – e lì a centrocampo Lucas Torreira, classe ’96 ora all’Arsenal, un animale, completo, intelligente, veramente fortissimo. Il futuro? Voglio giocare qua in Italia, farmi un nome importante così che si parli di Alex Pastor. Poi magari mi piacerebbe tornare a giocare nella mia Spagna, sarebbe tutto sommato una nuova esperienza. Si vive maggiormente con il sorriso e con meno tensioni. Intanto, come progetto a breve termine, vorrei i playoff con la Vis Pesaro. Con questi giocatori in rosa si possono raggiungere. Se avrò tempo libero in estate, cosa difficile visto il ritiro, vorrei viaggiare per la Spagna che ancora non conosco bene a livello di paesaggi», conclude a solovispesaro.it.