Pellegrini rimprovera: «Attaccanti più pigri, a Cagliari occasione persa»

zapata sampdoria-juventus classifica moviola
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex Luca Pellegrini sul momento della Sampdoria: «Gli attaccanti sono più pigri a dare una mano e nel finale si soffre. “Ferraris” fortino, ma bisogna superare i limiti in trasferta»

Un solo punto nelle ultime tre gare disputate non può cancellare quanto di buono fatto finora dalla Sampdoria, ma deve essere certamente un dato da cui trarre spunto per migliorarsi e rialzare la testa. Sabato pomeriggio, alla “Sardegna Arena”, Quagliarella e compagni erano quasi riusciti a tornare alla vittoria, ma l’errore di Viviano è stato determinante e ha costretto la squadra ad accettare un amaro pareggio, che sta certamente stretto per le occasioni create. L’ex centrocampista e capitano blucerchiato Luca Pellegrini, ora opinionista per Sky Sport, ha commentato così il momento di difficoltà della squadra: «A Cagliari la Samp ha fatto una buona partita con atteggiamento positivo, come con la Lazio. A differenza dello scorso anno, però, nella fase finale soffre un po’, anche a causa di un centrocampo più qualitativo e meno di interdizione. Gli attaccanti sono più pigri a dare una mano – sottolinea ai microfoni di Radio Bruno Toscana – e poi la squadra è più giovane. L’errore di Viviano ha acuito la stima degli avversari, che hanno alzato il baricentro e pressato di più». Niente drammi, comunque, la Sampdoria non deve perdere fiducia in se stessa: «Una flessione ci può stare in una stagione fin qui positiva», ricorda Pellegrini. Certamente, i due punti lasciati sabato a Cagliari avrebbe fatto comodo alla Sampdoria, che avrebbe ulteriormente preso distanza dalle inseguitrici in classifica. Ora Pellegrini si aspetta un cambiamento: «E’ stata un’occasione persa per continuare su certi livelli. Il salto di maturità avverrà quando la Samp supererà il problema dell’influenza ambientale in trasferta: quando gioca in casa, il “Ferraris” è un fortino e i giocatori si sentono coccolati. La Fiorentina, per esempio, sembra aver superato questo limite da qualche partita, cosa che non aveva dato a vedere un mese fa contro la SPAL», ha sottolineato Pellegrini in riferimento agli avversari di domani.