Primavera, Milan-Sampdoria 2-0: sintesi e tabellino

Primavera Sampdoria
© foto Mattia Bronchelli

La formazione di Augusto incassa un’altra pesante sconfitta e resta all’ultimo posto della classifica: due ingenuità costano il 2-0

La Primavera della Sampdoria non dà continuità al positivo pareggio ottenuto con il Sassuolo e cade tra le mura del “Chinetti” di Solbiate Arno. Il Milan mette in mostra tutta la grinta del proprio tecnico Gattuso e pilota in favore entrambe le frazioni di gioco, con una rete ciascuna, rendendo inerme la pressione dei giocatori blucerchiati. La strada si pone subito in salita per gli ospiti, che dal 17′ del primo tempo restano in inferiorità numerica per l’espulsione di Veips, costretto al fallo da ultimo uomo su Forte. Quattro minuti più tardi un altro brivido pervade la schiena dei doriani, ma è l’arbitro a venire in loro soccorso: sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Dias, Gabbia si precipita sul pallone commettendo tuttavia fallo.

La fase di apparente equilibrio dura fino al 40′, quando Forte approfitta di un errore di Pastor e infila l’uscita del portiere lituano con il sinistro. Nella ripresa Augusto effettua qualche sostituzione per cercare di rimediare allo svantaggio, ma è il Milan a tenere in mano il pallino del gioco. Al netto di qualche occasione di troppo fallita, i rossoneri raddoppiano i conti al 28′ direttamente su un calcio di rigore trasformato con freddezza da Dias: fatale l’ingenuità di Krapikas, che interviene direttamente sulle gambe del neoentrato Tsadjout. La Sampdoria accusa il colpo e si arrende al definitivo 2-0, che tramutato in punti significa bottino vuoto e ultima posizione in classifica.

Milan-Sampdoria 2-0: il tabellino

MARCATORI: p.t. 40’ Forte; s.t. 28’ rig. Dias.

MILAN (4-3-3): Guarnone; Bellanova, Paletta, Bellodi, Campeol; Gabbia, El Hilali, Pobega (dal 20’ s.t. Tsadjout); Dias (dal 42′ s.t. Larsen), Brescianini, Forte (dal 38’ s.t. Capanni). A disposizione: Soncin, Merletti, Negri, Sanchez, Bianchi, Murati, Bargiel, Finessi, Sinani. Allenatore: Gattuso.

SAMPDORIA (3-4-1-2): Krapikas; Veips, Pastor, Mikulic; Romei, Scotti (dal 29’ s.t. Prelec), Tessiore, Gomes Ricciulli; Ejjaki; Cabral (dal 10’ s.t. Baldé), Cappelletti (dal 1’ s.t. Doda). A disposizione: Hutvagner, Fido, Oliana, Perrone, Canovi, Curito, Giordano, Ferrazzo. Allenatore: Augusto.

ARBITRO: Miele di Torino. Assistenti: Biava di Vercelli e Zaninetti di Voghera.

NOTE: espulso al 17’ p.t Veips; ammoniti al 21’ p.t. Gabbia e al 27’ s.t. Krapikas; recupero 1’ p.t e 3′ s.t.