Puggioni risponde a Carparelli: «Io ho insegnato ai miei figli a rispettare il nemico»

Puggioni Sampdoria
© foto Valentina Martini

Carparelli attacca la Sampdoria, Puggioni replica: «Io ho insegnato ai miei figli ad amare la maglia più bella del mondo senza odiare le altre»

Va avanti da qualche giorno la querelle scatenata dall’ex attaccante di Genoa e Sampdoria Marco Carparelli, che prima ha stuzzicato i tifosi blucerchiati con un post di dubbio gusto su – con tanto di partecipazione di un altro ex Genoa, Criscito – e poi ha risposto piccato alle critiche dichiarandosi libero di tifare e di scrivere ciò che voglia, postando anche il video del suo gol nel derby. Una provocazione chiara alla parte blucerchiata di Genova, in vista della stracittadina di sabato, alla quale ha risposto un blucerchiato doc, Christian Puggioni.

“Figli miei, fare il padre è il mestiere più bello e difficile del mondo. Cerco di farlo trasmettendovi ogni giorno, con l’esempio, i valori fondamentali della vita. La consapevolezza di quello che siete e che diventerete, il valore delle scelte che farete ed il rispetto dei vostri amici e soprattutto per i vostri “nemici”. Ho sempre fatto quello in cui ho creduto, non mi sono mai dovuto tatuare la pelle per dimostrare qualcosa perché i colori che amo li avevo già scritti nel sangue. Non ho mai scelto la strada più semplice e più comoda, ma solo quella che era giusto da seguire. Non sono mai venuto meno al rispetto della mia fede indossando la maglia del “nemico” e vi ho dimostrato che si può scendere in campo in prima linea, con onore e rispetto, vincendo la partita delle partite. Vi ho insegnato ad amare una maglia, la più bella del mondo, senza però odiare le altre. L’amore per quel che ami è una cosa troppo bella perchè venga macchiata dall’odio per qualcosa d’altro. Ho avuto la fortuna di potervi regalare da subito la vittoria più importante, facendovi conoscere il mondo attraverso la mia, la vostra, la nostra bandiera. E spero che un giorno sarete orgogliosi di me che vi ho voluto far crescere da uomini veri, leali e onesti, ancor prima che da Sampdoriani.” In bocca al lupo ragazzi 🤞🏻 #derbydellalanterna #sampgenoa #sampdoria

Un post condiviso da Christian Puggioni (@christian.puggioni) in data:


l’ex numero 1 doriano ha preso le difese della sua amata Sampdoria con un lungo post su Instagram, didascalia scelta per una foto che lo ritrae con i suoi figli, vestiti naturalmente con la maglia del papà. L’estremo difensore, rivolgendosi proprio ai suoi bambini, ha chiaramente chiamato in causa il post di Carparelli, dichiarando di aver insegnato anzitutto ai propri figli ad amare la maglia più bella del mondo senza odiare le altre e, soprattutto, di aver insegnato il rispetto dei propri “nemici”, rispetto – leggasi fra le righe – che l’ex attaccante non ha certo avuto nei confronti della Sampdoria. Insomma, Puggioni, da blucerchiato vero, non ha perso occasione di difendere la propria squadra, la propria bandiera e i propri tifosi dalle provocazioni del “nemico”. Anche questo, naturalmente, fa parte di quello che a Genova è il “serissimo” gioco del derby.

Articolo precedente
spinelli genoaSpinelli si sbilancia: «Il Genoa vincerà il derby 2-1»
Prossimo articolo
Derby, servizio AMT potenziato: orari di bus e metro