Quagliarella risponde a Zapata: è lui il re della Serie A

quagliarella sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Grazie alla doppietta segnata a Firenze Quagliarella agguanta Zapata e CR7 in cima alla classifica dei marcatori

La Sampdoria ha lasciato Firenze con un gusto agrodolce in bocca. La prestazione della squadra di Marco Giampaolo è stata senza dubbio al di sotto delle aspettative e delle qualità della rosa, ma nonostante questo i blucerchiati erano praticamente riusciti a vincere una partita complicata, contro un avversario difficile. Il gol di German Pezzella ha insomma ricordato a tutti che la Sampdoria difficilmente riesce a rubacchiare qualcosa, perché alla fine qualche ingenuità – come l’errore corale sul 3-3 della Viola – compromette ciò che di buono era stato fatto in precedenza. Dato però l’alto coefficiente di difficoltà della partita, lo spettacolare 3-3 non è affatto un risultato da disprezzare, tanto più perché ha messo in mostra, ancora una volta, quella che attualmente è la stella più luminosa del firmamento blucerchiato, Fabio Quagliarella.

Anche al “Franchi” il capitano blucerchiato ha timbrato il cartellino – per la decima partita di fila in Serie A – non una, ma due volte, riuscendo ad agguantare prima il pareggio e poi portando la Samp sul provvisorio vantaggio a una manciata di minuti dal termine della partita, con un gol da attaccante di razza. Così facendo, Quagliarella si è portato a quota 14 reti in campionato, raggiungendo Cristiano Ronaldo e Duvàn Zapata, che nell’anticipo delle 12:30 aveva segnato un poker al malcapitato Frosinone. Insomma, dopo la chiamata di Zapata, Quagliarella non si è fatto pregare ed ha scalato la classifica dei marcatori raggiungendo il gradino più alto del podio, dal quale guarda anche, adesso, il collega-rivale del Genoa – ma promesso sposo del Milan – Krzysztof Piatek, fermo a quota 13.