Connettiti con noi

Editoriale

Quagliarella tra Sampdoria e Juventus. Ma non parliamo di tradimento

Pubblicato

su

Fabio Quagliarella è finito nel mirino della Juventus in vista del calciomercato invernale: il capitano della Sampdoria ora deve decidere il suo futuro

Ha destato stupore la notizia del possibile trasferimento di Fabio Quagliarella alla Juventus durante la sessione invernale di calciomercato. Insieme ad altri candidati del calibro di Graziano Pellé e Fernando Llorente, il capitano della Sampdoria sarebbe il profilo ideale per ricoprire il ruolo di vice Morata per la seconda parte di stagione, che vedrà i bianconeri impegnati su tre fronti fra Serie A, Coppa Italia e Champions League. Una scelta low cost (i blucerchiati chiederanno non più di 2 milioni di euro per il suo cartellino) e di esperienza, senza dimenticare che il classe ’83 conosce già l’ambiente bianconero.

C’è già chi parla di tradimento, ancor prima di conoscere le intenzioni dello stesso Quagliarella. In caso di addio, tuttavia, sarebbe inappropriato prendersela con un calciatore che, alla soglia dei 39 anni, avrebbe l’opportunità di conquistare gli ultimi trofei della sua carriera, giocando in una delle squadre più forti d’Europa. Va bene l’attaccamento ai colori blucerchiati, ma non dimentichiamoci che Quagliarella è in scadenza di contratto al prossimo giugno e non ha ancora ricevuto una proposta di rinnovo da parte della società. Anzi, di recente il presidente Massimo Ferrero lo ha “rimproverato” di pensare troppo al contratto e meno alle questioni di campo. Perché vivere nell’incertezza?

Ma guardiamo i lati positivi. Quagliarella ha mostrato un rendimento altalenante nel corso delle ultime giornate e un suo addio permetterebbe ad altri attaccanti di conquistare maggiore minutaggio. Antonino La Gumina dovrà pur guadagnare più spazio per vedere di che pasta è fatto, lo stesso Valerio Verre e di seguito Keita Balde e Manolo Gabbiadini. Con l’incognita Gaston Ramirez, il cui destino potrebbe inaspettatamente mutare. Il rinnovo dell’uruguaiano sarebbe così favorito dall’alleggerimento del monte-ingaggi, che non contemplerebbe più il lordo di 1,5 milioni di euro destinato a Quagliarella. Un ingaggio che, grazie alla Juventus, potrebbe non essere più un problema per le casse della Sampdoria. Com’era il detto? Ah sì, prendere due piccioni con una fava.