Rinnovo Ramirez, fumata nera: braccio di ferro Bentancur Sampdoria

© foto www.imagephotoagency.it

Rinnovo Ramirez, il primo incontro tra le parti è terminato con una fumata nera: braccio di ferro tra l’agente Bentancur e la Sampdoria

La distanza tra la Sampdoria e Gaston Ramirez è siderale. La sensazione che il primo incontro avrebbe prodotto un nulla di fatto era nell’aria già dalle parole dell’agente dell’uruguaiano, Pablo Bentancur. Nell’incontro di ieri a Milano, come riporta il Secolo XIX, non solo non è stato trovato un punto d’incontro, ma le parti si sono lasciate prendendosi qualche giorno per riflettere. La Sampdoria, rappresentata da Carlo Osti e Riccardo Pecini, ha messo sul tavolo un rinnovo triennale (fino al 2023) con un ingaggio pari a 1,2 milioni di euro a stagione.

SEGUI QUI TUTTE LE OPERAZIONI DI MERCATO DELLA SAMPDORIA

Bentancur, chiamato a fare gli interessi di Ramirez e con l’importante leva della scadenza di contratto dalla sua parte, ha messo sul tavolo l’offerta dell’Al Shabab: un triennale a 3,5 milioni di euro a stagione. Data la distanza incolmabile, Bentancur ha chiesto di liberare Ramirez, risparmiando così i 3 milioni di euro lordi sul bilancio, e ricevendo risposta negativa.. Le parti si sono prese qualche giorno di tempo per riflettere, ma la cessione è inevitabile. Il club doriano aspetta ora l’offerta da parte dell’Al Shabab, la richiesta per cedere il cartellino di Ramirez è 5 milioni di euro.