Romei sbotta: «Basta rimandare i lavori al Ferraris». Ecco la richiesta della Samp

Romei sampdoria
© foto Mattia Bronchelli

L’avvocato Romei ha esaurito la pazienza: «Dobbiamo cominciare il lavori al “Ferraris”». Samp e Genoa chiedono il prolungamento della concessione di 10-15 anni

Difficile dire ancora quanto si protrarrà nel tempo la questione legata all’acquisto dello stadio “Luigi Ferraris” di Genova. Sampdoria e Genoa hanno disertato la prima asta, giudicando troppo alto il prezzo base di circa 16,5 milioni di euro, e nel frattempo nell’affare potrebbe intervenire anche lo Stato, con l’acquisto dell’impianto tramite una sua controllata. In coro, le due società genovesi chiedono adesso una soluzione temporanea, almeno per cominciare i lavori non più rimandabili, data la struttura ormai fatiscente: un prolungamento della concessione – secondo Il Secolo XIX – di 10 o 15 anni, che permetta di intervenire nell’immediato a Samp e Genoa.

L’avvocato e braccio destro di Massimo Ferrero, Antonio Romei, ha fatto presente con decisione la necessità di accelerare i tempi: «Per consentire di iniziare entro un paio di mesi il primo blocco di lavori, adesso veramente non più rimandabile. Prima li facciamo, meglio è. Entro i primi dieci giorni di novembre qualcosa sapremo. Ottenere un primo prolungamento della concessione andrebbe chiaramente a costituire una soluzione ponte – ha spiegato Romei, recatosi a Palazzo Tursi venerdì scorso per discutere della questione – in attesa di capire esattamente come si vuole muovere il Comune».

Il rifacimento degli impianti elettrici normali e di sicurezza, quello della tribuna superiore, l’installazione di una rete wi-fi l’eliminazione delle barriere, sono solo alcune delle voci che compaiono nell’elenco degli interventi necessari, anche se alcune migliorie sono già state apportate: alcuni servizi igienici del “Ferraris” sono stati rimessi a nuovo, così come alcune sale della tribuna hanno subìto operazioni di restyling. Secondo il quotidiano genovese, però, rimangono ancora in piedi alcune ipotesi come la concessione a 99 anni, già intavolata con l’ex sindaco Marco Doria, ma anche il progetto di uno stadio di proprietà sul mare che già i Garrone a loro tempo avevano proposto senza successo.

Articolo precedente
quagliarella sampdoriaQuagliarella sollevato: la Corte d’Appello conferma la condanna allo stalker
Prossimo articolo
pellegrini sampdoriaPellegrini fantastica: «Chissà quella Samp con Giampaolo…»