Sampdoria-Chievo è anche la rivolta degli ex

cacciatore chievo
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria-Chievo conta un ex per parte in campo dal primo minuto: tentativo di vendetta per Sala e Cacciatore, Puggioni invece porta rispetto

Non saranno indubbiamente gli applausi ad accompagnare l’ingresso in campo di Fabrizio Cacciatore, grande ex della sfida di domenica contro la Sampdoria. I tifosi non hanno ancora digerito alcune vecchie dichiarazioni del difensore che, iniziata l’esperienza al Chievo, disse che non nutre bei ricordi del suo trascorso in blucerchiato. Le due parentesi all’ombra della Lanterna, in totale tre stagioni calcistiche, contano complessivamente 26 presenze in gare ufficiali. Un bottino decisamente povero, nonostante una sua famosa rete di testa in casa del PSV Eindhoven, che gli ha permesso tuttavia di scoprire nuove destinazioni come Verona: prima l’Hellas, ora il Chievo. I colori non cambiano, la sponda sì. L’obiettivo è conquistare la vittoria nel suo vecchio stadio, il “Ferraris”, e perché no mettere la firma sulla conquista dei tre punti, completando lo sgambetto avviato anni fa quando non si lasciò in buoni rapporti con la società doriana.

APPLAUSI PER PUGGIONI, FISCHI PER SALA – La colpa è di non aver creduto in lui, chissà se Cacciatore saprà far ricredere l’ambiente blucerchiato. Sarà invece difeso a spada tratta Christian Puggioni, nuovamente tra i pali per l’infortunio di Emiliano Viviano al ginocchio. Il portiere fu tenuto fuori rosa e poi cacciato dal Chievo dopo aver rifiutato il trasferimento al Genoa, squadra rivale per eccellenza data la fede nei colori blucerchiati. Smuoverà certamente le ire dei tifosi gialloblù che assisteranno alla partita Jacopo Sala, sulle cui spalle pioveranno numerosi fischi: il terzino destro ha vestito la maglia dell’Hellas Verona dal 2013 al 2016, prima di approdare appunto alla Sampdoria, e tornerà titolare considerando il forfait di Bartosz Bereszynski per una botta al polpaccio.

Articolo precedente
sampdoria allenamentoFerrero torna a Bogliasco: un giovanissimo per la seduta a porte chiuse
Prossimo articolo
lucchesi latinaLatina, il dg Lucchesi: «Porteremo avanti e miglioreremo collaborazione con la Samp»