Sampdoria-Inter, le pagelle: Praet e Zapata a galla, il resto affonda

© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria-Inter, le pagelle: un disastro blucerchiato nel quale è difficile salvare qualcuno. Praet e Zapata sono gli unici che provano a realizzare qualcosa, ma la squadra non gira e crolla rovinosamente al Ferraris.

CLICCA QUI PER SINTESI E TABELLINO DI SAMPDORIA-INTER
CLICCA QUI PER LA MOVIOLA DEL MATCH!

Viviano 4,5: Inizia con due ottimi interventi al 20′, poi ne prende tre in un solo tempo, tra cui un pallonetto dal limite dell’area di rigore e un tacco di Icardi per un’uscita a vuoto.

Bereszysnki 5: Gioca poco e non bene. Viene aiutato dal pantano che si crea dalla sua parte di campo e impedisce le ripartenze a Perisic, ma nella sua mezz’ora di gioco non ha tempo per concretizzare nulla di degno. (dal 32′ Verre 6: Nella ripresa scende in campo con il piglio giusto, pronto a lottare su tutti i palloni della sua zona, ma predica nel deserto).

Silvestre 4: Continua il suo periodo negativo, con una prestazione che non gli regala nessuna gioia, ma soltanto grattacapi. Gli errori sono troppi e condizionano il primo tempo del Doria.

Ferrari 4,5: Qualche salvataggio in più rispetto al suo compagno di reparto, ma la prestazione è completamente da cancellare: interventi troppo casuali e raffazzonati, che condizionano anche il risultato del primo tempo.

Murru 5: Sempre in ritardo su Candreva. Accorcia in maniera disordinata sull’esterno e concede sempre la sovrapposizione di Cancelo. Al 38′ salva con un buon tuffo il possibile 4-0 dei nerazzurri.

Barreto 5: Una partita di sofferenza: parte mezzala come suo solito, sovrapponendosi spesso a Torreira in fase di non possesso. Poi deve arretrare a esterno destro e suo malgrado è protagonista del dilagare dell’Inter. Esce malconcio. (dal 54′ Regini 5,5: si lascia aggirare da Perisic e in più occasioni, per il resto porta a casa una prestazione che non ha molto da racontare).

Torreira 5,5: Parte molto bene, ma poi cala inevitabilmente dopo il triplo vantaggio nerazzurro. Nel secondo tempo si limita a fare il mediano piuttosto che il regista, senza riuscire a inventare nulla per i compagni.

Praet 6: Prima del vantaggio nerazzurro è il più propositivo e il più attivo, sia in difesa che in attacco. Si muove tantissimo tra le linee e prova a creare scompiglio nella difesa avversaria. Cala nella ripresa, ma è un calo fisiologico figlio dell’andamento della gara.

Ramirez 5,5: Una partita scolastica, senza eccessivi spunti e condita dal solito cartellino giallo dettato da quella foga agonistica che lo accompagna in campo. (dal 50′ Caprari 5,5: nessuno squillo, solo un cartellino giallo evitabile).

Quagliarella 5: Completamente spento, sembra aver perso la benzina della prima parte di stagione.

Zapata 6: Colpisce un palo nel primo tempo, per il resto della partita corre, spintona, prova a guadagnarsi spazi, ma non riesce mai a concretizzare qualcosa. Va premiato comunque l’impegno di aver provato, soprattutto nella ripresa, a far salire la squadra sfruttando la sua forza.

INTER (4-2-3-1): Handanovic 6; Cancelo 7, Skriniar 6,5, Miranda 6,5, D’Ambrosio 6,5; Brozovic 6, Gagliardini 7; Candreva 6 (dal 78′ Vecino 6), Rafinha 6,5 (dall’80’ Borja Valero 6), Perisic 6,5; Icardi 9 (dal 66′ Eder 6).

Articolo precedente
scansdoriaGli juventini insorgono sul web: «Oggi niente Scansdoria?»
Prossimo articolo
sampdoria-inter icardiSampdoria-Inter, Icardi: «Destino che segnassi qui il centesimo gol»