Sampdoria-Juventus, Ferrero: «Oggi si sono scansati loro»

ferrero sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria-Juventus, Ferrero attacca i bianconeri: «Oggi si sono scansati loro. Ora pensiamo al Bologna, abbiamo riequilibrato un campionato»

Grande impresa della Sampdoria, che oggi pomeriggio tra le mura del “Ferraris” ha strappato tre punti alla Juventus grazie alle reti di Zapata, Torreira e Ferrari. Il presidente Massimo Ferrero, euforico dopo il successo della sua squadra, ha esordito in zona mista con uno dei suoi tipici show: «Io mi sono comprato una trombetta, ero su una 500 e davanti avevo una Ferrari. Ho cominciato a suonare e loro si sono scansati, perché sono stati bravi, seri e intelligenti. Allora li ho superati, non ho fatto nient’altro. Oggi si sono scansati Buffon e la sua Juventus», ha detto Ferrero, alludendo alle accuse che erano state rivolte alla Sampdoria dopo il 4-1 subìto la scorsa stagione allo Juventus Stadium.

Oggi l’amuleto per far vincere la Sampdoria è diverso dal solito: «La sciarpetta di Rocco (il figlio più piccolo, ndr). Quando viene lui vinciamo sempre, oggi non ha potuto e allora mi son preso la sua sciarpa». C’è chi parla di Champions League, ma Ferrero non si sbilancia sugli obiettivi: «Ho parlato con i ragazzi e ho detto loro di “volare basso e schivare il sasso”. Ora pensiamo al Bologna. Abbiamo riequilibrato un campionato – spiega – perché adesso ci sono tutte le big in competizione e riportiamo la gente allo stadio. Favore a De Laurentiis? No, sono le donne a fargli i favori, io sono maschio e non posso». Il bel gioco espresso dalla squadra è merito del lavoro di Giampaolo, ma il patron blucerchiato tiene a precisare il suo contributo: «Ci ho messo pure un sacco di soldi per il mercato, ho venduto e reinvestito. Adesso questa squadra va. Se vendo i big? L’unico big qui sono io, poi c’è Giampaolo e poi i ragazzi. Qua non è in vendita niente. Giampaolo è stato un sarto, io gli ho dato la stoffa e lui è stato bravo a cucire il vestito», ha concluso ai microfoni della stampa presente.