Connettiti con noi

News

Melania Gabbiadini: «Vi svelo i segreti di Manolo»

Francesca Faralli

Pubblicato

su

melania gabbiadini

Melania Gabbiadini, sorella dell’attaccante della Sampdoria, svela i segreti di Manolo: le sue parole

Melania Gabbiadini, ex calciatrice e ora allenatrice, svela i segreti del fratello Manolo: i punti di forza dell’attaccante della Sampdoria. Le sue parole a Repubblica.

GIOVANILI – «Quando era nelle giovanili dell’Atalanta lo vedevo spesso, perché giocava al sabato, e ho capito subito che poteva fare il professionista. Ha sempre avuto qualità superiori alla media. C’è tanta concorrenza e serve un pizzico di fortuna, ma è stato bravo a superare tante avversità».

PORTIERE – «Gli piaceva, ma non ha mai giocato una partita tra i pali, solo a casa».

SEGRETO – «Il mio punto debole rispetto a Manolo era il colpo di testa. Potevo, però, giocare come è capitato spesso, anche sull’esterno. L’unica grande differenza è il piede preferito, nel mio caso il destro e per mio fratello il mancino. La nostra caratteristica comune è l’umiltà, che i nostri genitori, Gabriella e Giuseppe, hanno trasmesso a tutti i loro figli, a partire da nostra sorella maggiore Tatiana. Ovviamente per Manolo è stato più difficile, perché ha tutto quello che vuole, ma non ha dimenticato quanto gli è stato insegnato. È rimasto un ragazzo tranquillo, che ama stare lontano dai riflettori e vuole essere giudicato per quanto riesce a fare sul terreno di gioco».

BOLOGNA SAMPDORIA – «È l’ultima gara in cui l’ho visto dal vivo. Aveva anche segnato un bellissimo gol. Sono venuta anche a Marassi e come stadio mi piace, è molto raccolto e accogliente. Spero di poter tornare presto. A Bologna si era trovato molto bene, ma come carattere, da quanto posso capire, può essere considerato un genovese di adozione».

MOMENTO BUIO – «Non è facile, è stato tanto lontano dai campi e ha convissuto con un fastidio continuo. Anche immediatamente dopo l’operazione non è mai semplice, aveva ancora dei postumi fastidiosi, come è normale, ma ora va meglio. Conosco bene mio fratello e sono sicura che, prima di tutto, gli è mancato tantissimo il campo. Speriamo che tutto sia alle spalle e possa tornare a mostrare le sue qualità».

Advertisement