Giampaolo in emergenza: «La formazione la fa Baldari». Ma ha una soluzione

giampaolo sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria-Milan, Giampaolo in conferenza stampa: «La formazione la farà Baldari. Se non recupero Ekdal e Vieira, gioca Praet in regia»

SAMPDORIA-MILAN IN STREAMING

La 29ª giornata di Serie A vede la Sampdoria impegnata al “Ferraris” contro il Milan di Gennaro Gattuso. Il tecnico blucerchiato Marco Giampaolo presenta in conferenza stampa i temi legati alla sfida di domani sera: «L’importanza della gara è nota, contro un avversario forte che a me piace molto per come gioca e per come è stato costruito. È una squadra che competerà per un posto in Champions League. Abbiamo avuto un’esperienza contro di loro due mesi e mezzo fa, disputammo uno grandissima partita in cui di sfavorevole ci fu solo il risultato. Sarei felice se la squadra ripetesse la stessa prestazione. Che molti calciatori abbiano partecipato ai ritiri della nazionale è un lusso per la Sampdoria, ma ci ha lasciato diverse scorie. Abbiamo avuto due giorni solo per preparare la partita».

«Nella partita di Coppa Italia – ricorda Giampaolo – il risultato è stato figlio di episodi, la squadra mi è piaciuta. Mi sono piaciute le due fasi. Venivamo dalle vacanze natalizie. Sulle scorie di quello che è stata la partita di andata dobbiamo sistemare qualcosa. Il Milan è forte perché ha qualità, ha giocatori forti nella gestione della palla, nell’uno contro uno e ci solleciteranno sulla profondità. Hanno tanta qualità individuale. La differenza la fa la qualità, e il Milan ne possiede tanta. Fuori casa non perdono da diverse partite, giocano con personalità. Noi ci arriviamo bene sul piano mentale, l’ultima vittoria fuori casa ci ha dato autostima. Dobbiamo fare altrettanto nella prestazione, che si preannuncia complicata».

Sulla situazione infortunati, Giampaolo scherza: «Domani mattina penseremo a fare la conta di chi c’è e chi non c’è. La formazione la farà più Baldari, la farà competitiva ne sono sicuro. Mi auguro di recuperare presto Caprari e Barreto, io mi auguro di recuperarli presto. Oggi ci siamo allenati con tre bravissimi ragazzi degli allievi, mi piacciono ma non è la stessa cosaDomani giocheranno gli undici che stanno meglio, quelli competitivi sul piano fisico e mentale. Non solo i Ronaldo e gli Ekdal hanno problemi, ce ne tanti altri. Per questo domani con il dottore faremo il punto. Defrel? È forte, a me piace molto. Non mi stupisce. Lo abbiamo preso perché ne conoscevamo le caratteristiche. Sapevamo che poteva integrarsi bene con il nostro modo di pensare. È un ragazzo che ha bisogno di continuità. Ma le qualità lui le ha e quando hai quelle prima o poi vengono fuori. Quagliarella ha sempre avuto continuità e quella paga. Gabbiadini non ha avuto la stessa continuità e quindi deve andare a ripristinarla. È un discorso che vale per tutti».

Rientrato dalla nazionale, con cui è riuscito a stabilire un altro storico record, Fabio Quagliarella proverà anche domani ad aumentare ancora la distanza dagli altri candidati al titolo di capocannoniere: «Attorno a lui si è creato un clima incredibile, anche a livello nazionale. È uno che ovunque vada a giocare riscuote affetto e attenzione. È assieme ai grandi, come lo sono stati Del Piero e Totti. Gli ho parlato dopo la nazionale e anche lui si meraviglia di tutto questo affetto e consenso. Questa popolarità alza il livello dell’impegno, perché devi ripagare questo attestato di stima e fiducia illimitata. ll fatto che gli abbiano fatto calciare i due rigori per fargli battere il record, è un segnale importante. È un calciatore della Samp, ma non solo».

In cabina di regia, gli uomini saranno contanti e bisognerà ricorrere a soluzioni alternative: «Spero di recuperare sia Ekdal che Vieira. Se non li recupero, Praet è la soluzione. È escluso un cambio di modulo perché non lo sappiamo fare. Non dobbiamo improvvisare. Una soluzione può anche essere metterci un trequartista», ha concluso il tecnico blucerchiato. 


VUOI RESTARE AGGIORNATO SULLA SAMPDORIA? SCARICA LA NOSTRA APP!