Sampdoria-Milan 2-0, la moviola: ottimo VAR, ottimi assistenti

Giampaolo Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Tutti gli episodi di Sampdoria-Milan analizzati in diretta minuto per minuto

Terzo impegno settimanale per la Sampdoria che dopo due pareggi consecutivi in trasferta contro Torino ed Hellas Verona torna tra le mura amiche del Ferraris dopo oltre un mese per una sfida di grande spessore: a Marassi arriva per il lunch match della sesta giornata il Milan dell’ex blucerchiato Vincenzo Montella, squadra che punta decisamente ai piani alti della classifica dopo un mercato roboante nella scorsa finestra estiva. Qui sotto analizzeremo tutti gli episodi dubbi del match in diretta, per la cronaca della partita minuto per minuto vi invitiamo a seguirla a questa pagina. Gara diretta dal signor Valeri.

Sampdoria-Milan: gli episodi del primo tempo

Pronti via e da un lancio di Bonucci dopo 48 secondi scatta Ignazio Abate apparentemente ingannando la linea difensiva blucerchiata, ma è tutto vano: netto il fuorigioco dell’esterno rossonero su una situazione ormai assimilata appieno dalla squadra di Marco Giampaolo.
Al secondo minuto calcio di rigore per il Doria concesso dall’arbitro: Zapata combina con Strinic che mette il cross, Kessié lo contrasta e tocca col braccio, ma il VAR, giustamente, toglie il rigore ai blucerchiati. L’ivoriano aveva sì toccato col braccio ma attaccato al corpo, dietro la schiena e senza fare volume per contrastare.
Al 13′ occasione per la Samp col trio offensivo che si distende sulla sinistra: Ramirez apre per Quagliarella che crossa per Zapata, stacco di testa facile per Donnarumma ma gioco fermo. Il numero 27 sul servizio di Ramirez era in fuorigioco.
Al 21′ proteste del Milan per un presunto controllo di braccio di Duvan Zapata in area di rigore: Valeri e l’assistente lasciano proseguire, l’azione poi si perde per un fallo di Ramirez.
Al 31′ schema su punizione per il Doria: Ramirez mette in mezzo per Zapata e di testa libera Torreira al cross ma il guardalinee alza la bandierina per fuorigioco: il colombiano, marcato dal suo connazionale ed omonimo in rossonero, era scattato leggermente in anticipo, questione di centimetri.
Al 35′ Barreto resta a terra dopo un contatto fortuito con Biglia: dal replay l’argentino sembra colpire con un pugno il blucerchiato, ma il contatto è lieve. Inutili le proteste del numero 8, anche se per l’intenzione un cartellino giallo ai danni del rossonero ci sarebbe stato.
Al 39′ proteste di Bonucci per un contatto in area doriana con Ferrari: l’arbitro Valeri lascia correre, il difensore rossonero era infatti inciampato su sé stesso.
Al 44′ occasione per il Milan su calcio d’angolo: Zapata stacca sul cross di Suso e trova Bonucci in posizione defilata sul quale si lancia Puggioni per salvare un gol praticamente fatto. Bandierina però alzata, sullo stacco del colombiano il numero 19 rossonero era leggermente al di là della retroguardia blucerchiata.
Nel recupero Puggioni rischia tantissimo su un intervento davvero pericoloso di Ricardo Rodriguez: gamba alta e piede sul volto, Valeri però non estrae il doveroso cartellino giallo.

Sampdoria-Milan: la moviola del secondo tempo

La ripresa si apre con un altro fuorigioco fischiato a Quagliarella che si invola verso la porta e conclude di pochissimo a lato: eventuale gol che sarebbe stato annullato per la posizione irregolare del numero 27 blucerchiato.
Al 16′ Suso entra in area e marcato da Strinic cade in area: Valeri lascia giustamente correre. Niente giallo per lo spagnolo che non ha minimamente protestato, al contrario di Abate che avrebbe invece meritato la sanzione.
Al 26′ Sampdoria in vantaggio con Duvan Zapata: erroraccio in difesa di Christian Zapata e botta terrificante del colombiano da dentro l’area piccola. Nulla da fare per Donnarumma che viene anche ammonito per proteste per un presunto fallo di Ramirez all’interno dell’area ai danni proprio di Zapata.
Sull’azione seguente Nikola Kalinic protesta vistosamente per un rigore non concesso al Milan per un contatto fra connazionali in area di rigore: Strinic fa la guardia sul rossonero e scivola toccando l’avversario, Valeri lascia correre, non sembrano esserci gli estremi per il penalty.
Al 37′ ammonito per proteste Bonucci, ineccepibile la decisione di Valeri nei confronti dell’ex Juventus.
Al minuto 41 Cutrone scatta e si invola verso la porta, la posizione sembra irregolare ma l’arbitro lascia correre, Puggioni e la difesa mettono una pezza e poi il gioco viene fermato per fuorigioco: questo per evitare di annullare un possibile gol prima della sua effettiva realizzazione.
Al 46′ la Samp trova il raddoppio con l’appena entrato Ricky Alvarez: errore gravissimo della difesa e argentino che recupera e si invola verso la porta trafiggendo con un diagonale preciso Donnarumma.