Bereszynski si auto-approva sulla sinistra: «So cosa posso fare»

bereszynski sampdoria
© foto Valentina Martini

Il terzino polacco esprime le proprie sensazioni dopo il cambio di ruolo: ottimo esordio sulla sinistra con la maglia della Polonia

«Ho sempre avvertito la fiducia della squadra e dell’allenatore, mi è stato detto che avrei dovuto lottare per il posto e non mi sono mai tirato indietro davanti alle difficoltà. Ho giocato a Firenze, Verona e di nuovo contro il Milan, ma niente è gratis in Serie A». Così aveva parlato Bartosz Bereszynski alla vigilia della partita contro l’Udinese, in cui gli era stato concessa nuovamente la possibilità di scendere in campo dal primo minuto. Da possibile partente a titolare inamovibile, a discapito di Jacopo Sala che non è apparso in condizione in questo avvio di stagione. Nemmeno il tempo di conquistare il posto sulla destra che, a sorpresa, il commissario tecnico Adam Nawalka decide di schierarlo a sinistra.

È successo contro l’Armenia, nella gara di qualificazione al Mondiale di Russia 2018. Il terzino polacco ha comunque saputo gestire in maniera ottimale il cambiamento: «Ho provato questa posizione nel corso di due allenamenti, conosco le mie caratteristiche tecniche e so cosa posso fare. Per me si tratta di un ruolo nuovo, ma mi sento bene fisicamente e penso che la mia gamba mancina non serva solo per sostenere il corpo. La partita ha confermato che ho giocato bene – conclude Bereszynski ai microfoni di Sportowefakty.wp.pl, la cosa fondamentale è mettere tutto in testa e saperne fare buon uso».