Sampdoria, stai attenta: Crotone forte su palla inattiva

© foto Valentina Martini

Crotone-Sampdoria, che avversario si troverà davanti la squadra di Giampaolo? Poco consistente in fase di costruzione, pericoloso su palla inattiva

Il cammino di Zenga con il Crotone, fino ad oggi, ha fatto registrare tre pareggi, due vittorie e sei sconfitte. A parte la gara con il Benevento mal giocata e persa meritatamente, le altre – inclusa l’ultima con la Spal – danno un’immagine del Crotone ben diversa da quella di squadra che deve a tutti i costi salvarsi. A Zenga è girata male anche la fortuna e, soprattutto nella partita contro il Cagliari, sono stati fattori esterni al calcio giocato a penalizzarlo. Contro i rossoblù il pareggio è un risultato che sta stretto: nel finale Ceccherini segna il gol del vantaggio, ma Tagliavento lo annulla dopo aver consultato per l’ennesima volta il VAR. Anche il punto guadagnato in casa dell’Inter è significativo: è il segnale che la squadra di Zenga lotta senza esclusione di colpi. Il Crotone ha alcuni elementi di buona qualità, ma non brilla per organizzazione e, se messo alle strette, si rifugia spesso nei lanci lunghi, cercando quindi di evitare il gioco palla al piede. Una squadra come la Sampdoria, che ha fatto del possesso palla e del fraseggio una costante importante dovrebbe riuscire ad imporsi con facilità, la buona riuscita della gara sta nell’approccio fin dai primi minuti della partita.

In cosa è forte il Crotone? Sicuramente i ragazzi di Giampaolo dovranno fare attenzione agli sviluppi delle azioni di attacco da palla inattiva. Contro l’Atalanta, ma anche in altre circostanze, la squadra di Zenga si è dimostrata molto pericolosa sia da calcio d’angolo che in caso di punizioni dal limite. Inoltre l’ex allenatore blucerchiato fa costantemente lavorare, durante la settimana, i suoi giocatori su decine di schemi e gioco aereo. Questo dato – tenendo conto che il gol contro l’Atalanta è arrivato proprio da palla inattiva – deve mettere in allerta la Sampdoria: causare pochi falli, che in generale servono anche non prendere ammonizioni dato il gran numero di diffidati, e mai rifugiarsi in calcio d’angolo. Quello che manca al Crotone è una buona costruzione di gioco, difficilmente imposteranno la gara sul dettare loro i tempi ma aspetteranno di capire le mosse della Sampdoria, cercando di contenerla, per colpirla in contropiede. È una squadra fisica e molto meno tecnica rispetto a quella blucerchiata, pertanto punterà sulla quantità, sulla corsa e sulla sporcizia del gioco: i giocatori più temibili sono sicuramente le due mezzali Benali, dal lato di Sala, e Barberis dalla parte di Murru. Se Nalini, di ritorno dall’infortunio, potrebbe non essere ancora in palla, in attacco sia Trotta che Ricci sono due clienti da non sottovalutare.

Articolo precedente
bereszynski sampdoria infortunioCrotone-Sampdoria, il punto: Bereszynski ancora out, rientra Barberis
Prossimo articolo
Sampdoria streamingAtalanta-Sampdoria, è ufficiale: data e ora del recupero