Sempre più Di Francesco: Ferrero aspetta il sì

roma, di francesco cessione
© foto www.imagephotoagency.it

Sempre meno Pioli per la panchina della Sampdoria, Ferrero aspetta il sì di Di Francesco. Oggi la risoluzione consensuale con Giampaolo

Sono giornate decisive per la panchina della Sampdoria. Nelle prossime ore dovrebbe arrivare l’ufficialità della risoluzione consensuale con Marco Giampaolo, che dopo tre anni lascerà Genova per accasarsi al Milan: allo stesso tempo, però, la società blucerchiata dovrà in breve tempo definire del tutto chi prenderà il suo posto. Le quotazioni di Stefano Pioli – rivela Il Secolo XIX – sono in ribasso, mentre sale in pole Eusebio Di Francesco.

I contatti stanno andando avanti da giorni e il ds blucerchiato Carlo Osti ha incontrato a cena il tecnico per provarlo a convincere della bontà del progetto. Di Francesco, dal canto suo, ha chiesto qualche giorno per riflettere ma nelle prossime ore – forse anche in giornata – dovrebbe arrivare una sua risposta: certo è che l’ex Roma, che con la Lupa ha ancora un anno di contratto a 3 milioni di euro, dovrà accettare di fare un passo indietro non soltanto dal punto di vista economico, ma anche delle ambizioni (la semifinale di Champions League disputata soltanto l’anno scorso è stato il punto più alto della sua carriera).

Il patron doriano Massimo Ferrero, dunque, è in attesa di un suo sì. Oltre alle questioni puramente tecniche, con il modulo che passerebbe al 4-3-3 e richiederebbe perciò altri investimenti sul mercato e un utilizzo diverso dell’organico già a disposizione, Er Viperetta vorrebbe Di Francesco sulla panchina del Doria per continuare quella filosofia del bel gioco con cui Giampaolo ha conquistato la piazza. Senza contare che a far perdere terreno a Pioli è stato anche un aspetto più scaramantico – non trascurabile per Ferrero – ovvero l’origine dei tecnici: un altro allenatore abruzzese sarebbe un sinonimo di continuità e di buoni risultati.

L’ex Fiorentina – che ha già dato la propria disponibilità e sarebbe pronto a firmare immediatamente, dato che al momento è svincolato – rappresenterebbe il “salvagente” se la trattativa con Di Francesco dovesse naufragare: in alternativa, la Samp non scarta l’ipotesi di affidarsi a qualche outsider come Leonardo Semplici, reduce da due buone annate con la Spal, oppure Fabio Liverani, che nelle ultime due stagioni al Lecce ha fatto miracoli ma non sarebbe ben visto dall’ambiente blucerchiato per il suo passato al Genoa. Anche Aurelio Andreazzoli potrebbe essere una soluzione, nel caso in cui le trattative con il Grifone non dovessero andare a buon fine.


VUOI RESTARE AGGIORNATO SULLA SAMPDORIA? SCARICA LA NOSTRA APP!