Sensibile sul suo approdo in blucerchiato: “Pondero sempre le mie scelte”

© foto www.imagephotoagency.it

Il direttore sportivo della Sampdoria, Pasquale Sensibile, con un passato da dirigente nella Juventus prima e una collaborazione con il Palermo nell´era-Sabatini poi, ha parlato in esclusiva a Mediagol.it delle sue scelte professionali.

Potevi restare a Novara e goderti la A conquistata, oppure fare altre esperienze, invece la scelta di scendere in B per riportare la Samp ai vertici: “Sono abituato a non guardarmi mai indietro quando faccio le scelte, le mie decisioni le pondero sempre molto bene. Venivo da un biennio positivo e vittorioso col Novara, però mi rendevo conto che il calcio che avrei dovuto fare a Palermo era un calcio di fronte al quale non ero ancora pronto. Benché molto prestigiosa ho accettato la sfida della Sampdoria che era retrocessa in Serie B. Ricordo anche che una mia affermazione era stata travisata a Genova. Non volevo sminuire la Sampdoria: dissi che la Sampdoria era un passaggio intermedio, ma riguardava il mio percorso di crescita. La Serie B è stata durissima, però ho vinto il mio terzo campionato in 3 anni. Sono contentissimo di potermi giocare le mie carte in Serie A. I miei 10 mesi a Palermo rappresenteranno sempre un ricordo indelebile della mia vita professionale e non solo”.

Articolo precedente
Sabato il ritorno degli ottavi di TIM Cup, si gioca Varese-Sampdoria
Prossimo articolo
Franco Nativo ospite su Telenord