Sampdoria, si cerca il bis a Firenze: tra dubbi di campo e mercato

Sampdoria
© foto Valentina Martini

La Sampdoria dovrà rimescolare le carte in vista dell’ostica trasferta contro la Fiorentina: è prevista qualche cessione nelle prossime ore

Sono due, contando il terzo turno eliminatorio di Coppa Italia con il Foggia, le vittorie finora ottenute dalla Sampdoria in partite ufficiali. La più importante è arrivata dall’esordio in Serie A contro il Benevento: perché la prima, perché in rimonta, perché la squadra necessitava di una buona dose di fiducia dopo gli innumerevoli dubbi tattici e di mercato. Le incertezze restano e si protrarranno quantomeno alla trasferta di Firenze, in programma domenica prossima alle ore 20.45. Il compito della dirigenza blucerchiata e di Marco Giampaolo sarà quello di limitare i danni, rimescolare le carte e formare l’undici titolare che non abbia legami con eventuali cessioni. È prevista infatti la partenza di Daniel Pavlovic, nonostante Nicola Murru non sia ancora al meglio della forma e Dodô sia alle prese con la frattura scomposta del radio, per cui starà fermo fino a dicembre.

Da valutare inoltre la posizione di Ricky Alvarez e Filip Djuricic, entrambi poco considerati dal tecnico doriano sebbene manchino reali pretendenti del loro cartellino. E poi ci sono Patrik Schick e Federico Bonazzoli, sul passo dell’addio ma ancora bloccati a Genova per ragioni di numeri in rosa. Fortunatamente, i blucerchiati torneranno ad allenarsi oggi al “Mugnaini” di Bogliasco senza presentare defezioni per infortunio: Emiliano Viviano proseguirà l’iter riabilitativo, le condizioni Maxime Leverbe, invece, verranno valutate nel corso delle prossime ore dallo staff medico per capire l’entità del lieve guaio muscolare occorso nella settimana precedente. Restano tanti gli interrogativi sull’organico in essere, la certezza è sempre la stessa: la Sampdoria cercherà di esprimere il proprio gioco e inaugurare al meglio la serie di incontri fuori casa da disputare in campionato.