Tiago Casasola, il jolly difensivo tutto fisico e qualità – VIDEO

Casasola Sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Tiago Casasola è un obiettivo della Sampdoria per rinforzare la difesa: la linea verde continua con un classe ’95 tutto fisico e piedi buoni

Giovane che va, giovane che viene. La porta girevole in casa Sampdoria è pronta a presentare Tiago Casasola, obiettivo numero uno sulla lista di Riccardo Pecini e con cui sono già stati avviati i contatti: la destinazione sarebbe gradita, resta da trovare un accordo con la Roma per completare il trasferimento a titolo definitivo del giocatore, in scadenza di contratto nel 2018. Nel frattempo, le attente valutazioni convincono sempre più la dirigenza a muovere l’ultimo passo e avere la meglio sul mercato, investendo in un centrale dal basso costo e dalle rosee prospettive di crescita. Rientra da un prestito più che convincente con la maglia del Trapani perché, nonostante la retrocessione in Lega Pro dei siciliani, ha potuto aggiungere al proprio palmarés altre 34 presenze in Serie B. Scopriamo nel dettaglio le caratteristiche di questo talento dal probabile futuro blucerchiato.

Tiago Matias Casasola nasce biologicamente l’11 agosto 1995 a Buenos Aires, mentre in termini calcistici si sviluppa nell’Huracan. Viene notato e acquistato dal Boca Juniors, poi girato in prestito al Fulham che, al termine della stagione 2014/15, esercita il diritto di riscatto presente nell’accordo con gli argentini. È pronto al grande salto in Europa, gli scout della Roma rimangono stregati dalle sue doti fisiche e tecniche mettendo nero su bianco la sua firma. I giallorossi vogliono che si formi totalmente in Serie B: prima al Como, successivamente al Trapani dove si afferma nella coppia di centrali e, all’occorrenza, perfino sulla fascia destra nelle vesti di terzino. La duttilità è solamente una delle sue doti, Casasola rappresenta un jolly che potrebbe fare al caso della Sampdoria dal punto di vista sia economico sia prettamente tattico. Il suo idolo e modello di riferimento è Thiago Silva, con il quale condivide prematuramente alcune caratteristiche: spirito di sacrificio per la squadra, colpo di testa efficace e abile a improvvisarsi un regista basso davanti alla difesa. Fattore da non sottovalutare, infine, è il passaporto italiano.

 

Articolo precedente
Amuzie SampdoriaAmuzie valuta ogni proposta: spunta l’idea Arezzo di Bellucci
Prossimo articolo
giampaolo sampdoriaSampdoria, se la trequarti parlasse italiano?