Udinese-Sampdoria, Pradè: «Gara iniziata male e finita peggio»

sampdoria osti
© foto www.imagephotoagency.it

Udinese-Sampdoria, Pradè riassume la gara disputata in trasferta: partita nata male e finita peggio. Udinese impaurita, Sampdoria ingenua

Pochi concetti ma molto chiari. Daniele Pradè, ai microfoni della stampa al termine di Udinese-Sampdoria, non nega che la partita è stata condizionata dagli episodi. Si poteva e si doveva fare meglio e ci sono stati troppi errori individuali, ma questa sconfitta deve servire a ripartire e non a deprimersi: «Partita nata male dove degli episodi hanno cambiato il percorso della gara, una partita che potevamo controllare senza problemi, loro venivano da una serie di sconfitte per questo avevano paura. Erano dieci calciatori sotto la palla, ci hanno lasciato giocare poi l’episodio del rigore, la doppia ammonizione, due falli ingenui la gara è cambiata e non la rimetti più in piedi in Serie A. È un’analisi fredda di una gara nata male e finita peggio. Giampaolo deve solo fare il suo lavoro, come lo sta facendo: è un grande allenatore. Dobbiamo essere bravi a prendere le cose che sono successe, analizzarle e ripartire per essere quello che noi siamo. Dobbiamo essere bravi a non essere presuntuosi ed esaltarci, ma anche bravi a non deprimerci questa la cosa principale».