Connettiti con noi

Avversari

Verona, Tudor: «Pareggio giusto. Pensavamo fosse facile con la Sampdoria»

Pubblicato

su

Igor Tudor, allenatore del Verona, ha parlato al termine del match pareggiato contro la Sampdoria: le sue dichiarazioni

Igor Tudor, allenatore del Verona, ha parlato al termine del match pareggiato contro la Sampdoria. Le sue dichiarazioni ai microfoni di DAZN.

PAREGGIO – «Non è stata una bella partita, è sembrata una battaglia. Abbiamo dominato per un quarto d’ora, poi ci siamo accontentati pensando fosse troppo facile. Ci siamo adeguati al loro ritmo spezzato e abbiamo subito gol alla loro prima occasione. Nel secondo tempo loro hanno preso coraggio e abbiamo fatto fatica a creare, ma penso che il pareggio sia meritato per quanto creato da noi. Dovevamo fare di più, molti giocatori non erano in serata».

DIFFICOLTA’ – «Loro hanno giocato meglio del solito con un sistema nuovo, ma i demeriti sono tutti nostri. Con tutto il rispetto, in questo momento dovevamo vincere contro la Sampdoria. In Serie A sono tutte gare difficili, loro giocano per salvarsi e noi siamo in una zona comoda».

CRESCITA – «Che step possiamo fare più di questo? Io sento che giocatori del Sassuolo valgono 50 milioni di euro e noi abbiamo tre punti in più. Quanto vale Caprari? Se guardiamo la classifica… A parte gli scherzi, firmerei per i prossimi 100 anni pur di fare stagioni così con il Verona. Faccio fatica a essere incazzato coi miei calciatori, anche se oggi potevamo fare di più voglio bene a loro».

RINNOVO DEL CONTRATTO – «Ci parleremo con calma a fine campionato».