Viviano versione saracinesca: i rigori contro non fanno paura

viviano sampdoria
© foto Valentina Martini

Dopo la partita di ieri sera, Viviano si conferma sempre più saracinesca sui calci di rigore: si tratta del terzo penalty parato in stagione

Non è bastato ieri sera il miracolo di Viviano sul calcio di rigore tirato da Rodriguez per salvare la Sampdoria a “San Siro”: il Milan ha vinto 1-0 una partita che i blucerchiati hanno approcciato in maniera troppo molle, senza la convinzione che si legge loro negli occhi nelle partite casalinghe. Il numero 2 non ha dunque potuto evitare la sconfitta di una Sampdoria “versione trasferta“, è vero, ma il penalty disinnescato al 7′ ha confermato ancora una volta la fama di cui gode l’ex estremo difensore del Palermo.

Se si guarda ai numeri, infatti, Viviano in questa stagione è risultato sempre decisivo dal dischetto, anche se non sempre le sue parate sono poi servite alla Sampdoria per strappare punti. E’ stato così per esempio in occasione di Sampdoria-Sassuolo, quando il portiere fiorentino ha fermato Politano dagli 11 metri ma si è poi dovuto arrendere alla girata di Matri nel recupero. Al rigore parato ieri sera, inoltre, si aggiunge quello neutralizzato all'”Olimpico” contro la Roma, questo sì importante ai fini del risultato finale. Insomma, l’estremo difensore classe ’85 si è confermato essere un vero e proprio fattore sui calci di rigore. Due anni fa le sue parate salvarono la Sampdoria nel difficile anno in cui i blucerchiati rischiarono la retrocessione, la speranza è invece che in questa stagione i suoi interventi possano aiutare la squadra a raggiungere l’Europa, che anche dopo la sconfitta di ieri rimane un sogno più che tangibile.