Il voltafaccia di Mancini: «Vialli? Lo vorrei in nazionale»

mancini vialli
© foto www.imagephotoagency.it

Mancini fa dietrofront e chiama Vialli in nazionale: «Lo vorrei con me, spero ne abbia la possibilità. La sua e quella di Oriali due situazioni indipendenti»

Dal ritiro di Coverciano, al quale ha preso parte anche l’attaccante della Sampdoria Fabio Quagliarella, il ct dell’Italia Roberto Mancini ha commentato le voci su un imminente addio di Gabriele Oriali. L’attuale team manager della nazionale sembra ormai prossimo ad accasarsi all’Inter, e a sostituirlo potrebbe essere Gianluca Vialli, già cercato dagli Azzurri nei mesi scorsi ma ancora in attesa di conoscere l’esito della trattativa per la cessione della Sampdoria che, se andasse in porto, lo vedrebbe ricoprire il ruolo di presidente.

Dopo aver ribadito più volte la propria speranza nel vedere il suo ex compagno ai vertici del club blucerchiato, Mancini ha per la prima volta fatto dietrofront e cambiato opinione sulla questione: «Il presidente Gravina ha già parlato con lui tempo fa. Quella di Vialli era una situazione indipendente da quella di Oriali – spiega il ct in conferenza stampa – e spero che Luca possa avere la possibilità di essere qui, mi piacerebbe molto averlo con me. Oriali spero resti, perché s’è creato un bel feeling nel nostro gruppo e sarebbe meglio non toccare nulla».