Ferrero: «Soriano me lo tengo stretto. Rimpianto? Arnautovic»

© foto www.imagephotoagency.it

Un’altra sessione di mercato si è chiusa in casa Sampdoria, solo il tempo ci dirà se le operazioni fatte in questa finestra sono state più o meno intelligenti ma quello che è certo è che la tifoseria deve ancora metabolizzare la cessione del capocannoniere Martins Éder, ceduto all’inter nell’ultima settimana di mercato. Al contempo però sono arrivati in blucerchiato Fabio Quagliarella, Jacopo Sala e nella giornata di ieri il nome più vicino a vestire blucerchiato è stato Alberto Aquilani, una trattativa però non decollata nelle ultime ore. 

Riguardo alla sessione appena conclusa, intervistato da Tuttosport, è intervenuto il Presidente Massimo Ferrero che ha tirato le somme di questo mercato: «Aquilani è stato un grande fraintendimento: voleva venire da noi ma all’ultimo il presidente dello Sporting ci ha ripensato e l’affare non è andato in porto. Altri rimpianti? Non essere arrivato ad Arnautovic, mi piace molto come giocatore, l’avrei voluto ma non se l’è sentita. Comunque la vita continua. La cessione di Zukanovic? Mi sono privato di un grande calciatore, la Roma poi l’ha pagato due spiccioli. Soriano? Trattenerlo non è stato un sacrificio. Tutti lo vogliono perchè è fortissimo ma io me lo tengo stretto. Se partirà a giugno? Chi vivrà, vedrà».

Condividi
Articolo precedente
Sampdoria-Torino: i convocati di Ventura
Prossimo articolo
Quagliarella, l’ex dal gol facile: i numeri