Fiorentina-Samp è il match dei rigori: ecco perchè

© foto www.imagephotoagency.it

Un allenatore sempre attento ai numeri e alle statistiche come Vincenzo Montella, non starà probabilmente vivendo questa settimana di preparazione al match nel migliore dei modi. Infatti, se c’è un particolare aspetto che riguarderà la prossima sfida tra Fiorentina e Sampdoria, in programma alle 15 di domenica 3 aprile, sarà certamente quello dei rigori.

Al contrario dell’Aeroplanino, il tecnico viola Paolo Sousa può tirare un sospiro di sollievo, poichè la sua squadra è dominatrice incontrastata nella classifica dei penalties: ben otto quelli a favore in questa stagione, tutti trasformati, e neanche uno fischiato contro. Percentuale di errore pari a zero grazie alle abilità da cecchino di Josip Ilicic (7) e Khouma el Babacar (1).

Dall’altra parte troviamo invece una delle squadre che fa dei rigori il proprio tallone d’Achille: in quest’annata di disattenzioni difensive e ingenuità, i falli in area sono stati piuttosto frequenti e gli arbitri si sono scatenati con il fischietto. Sono ben sette (come Atalanta e Roma) i rigori concessi agl avversari dalla compagine blucerchiata, nonostante il numero di quelli segnati scenda a 5 grazie alla due parate di Emiliano Viviano, una su Lazzari alla prima giornata di campionato contro il Carpi, e una su Birsa durante la scorsa gara contro il Chievo. Solo tre i gol realizzati dagli 11 metri per la Sampdoria, e portano tutti la firma di Eder.  

Condividi
Articolo precedente
Qui Firenze – Pomeridiano per i viola, rientrati alcuni Nazionali
Prossimo articolo
Lituania U19: esperienza positiva per il blucerchiato Krapikas