Maran in conferenza: «La Samp ha grande qualità, ribatteremo colpo su colpo»

© foto www.imagephotoagency.it

Mancano ormai ventiquattr’ore alla sfida fra Sampdoria e Chievo che si disputerà domani pomeriggio a Marassi. Quella di domani sarà una partita probante per verificare la crescita dei ragazzi di Montella: di fronte, i blucerchiati si troveranno una squadra ostica e, forte dei suoi 35 punti, già piuttosto tranquilla in relazione alla classifica, una squadra dunque che giocherà senza troppa pressione e che scenderà in campo al Ferraris per fare bella figura.

Ne è consapevole l’allenatore della Samp, che ha già etichettato questa come la gara più importante dell’anno: vincendo, Soriano e compagni si porterebbero a 35 punti proprio come il Chievo, lasciandosi forse definitivamente alle spalle la zona più calda della classifica.

 

Determinato però a non rendere le cose facili ai padroni di casa ci sarà però come detto il Chievo di Maran, che ha parlato oggi in conferenza per introdurre la gara di domani. Ecco gli argomenti principali toccati dal tecnico clivense:

 

SAMP AVVERSARIO DIFFICILE: «La stessa importanza che ha questa partita per la Samp la ha anche per noi – ha esordito in conferenza l’ex-allenatore di Catania e Varese –, perchè ci darebbe continuità e sarebbe un bel segnale per noi stessi. La Samp ora sta bene in campo, Montella è stato bravo a dare la sua identità. Sappiamo che è una partita che nasconde delle insidie perchè sono una squadra equilibrata, con grandi individualità, ma se giochiamo al 100% possiamo mettere in difficoltà chiunque, per cui ho grande fiducia. Dobbiamo mettere in campo sacrificio e corsa, ma anche coraggio e idee, cosa che siamo soliti fare sempre, per ribattere colpo su colpo».

 

CAPITOLO INDISPONIBILI: «Inglese sta meglio, penso che dopo la sosta avremo tutti a disposizione. Per tutti quelli che dobbiamo recuperare siamo in dirittura d’arrivo, mentre Rigoni è influenzato».

 

I MERITI DEL CHIEVO: «Sappiamo di essere decimi e di non essere lì per caso, vogliamo arrivare il prima possibile alla salvezza. Si sono sottolineati di più i demeriti del Milan che non i nostri meriti domenica scorsa? Si, è vero, ma credo sia normale quando giochi contro le grandi squadre che la lente sia su di loro. Al di là di questo, però, sappiamo di aver fatto una delle prestazioni migliori contro di loro».

 

LA VOLATA FINALE: «Abbiamo dimostrato di essere sempre sul pezzo. Si può vincere o perdere, ma l’importante è che l’andamento della squadra sia sempre stato positivo. Dobbiamo sempre restare attenti e aver voglia di fare la prestazione: ci sono solamente motivi per rimanere concentrati, perchè la parte finale di stagione è quella che ci si ricorda di più e tutti i ragazzi vogliono lasciare il segno. Questa competizione va ad alzare il livello della squadra».

 

SAMP IN GRANDE FORMA: «Hanno trovato la quadratura giusta e hanno grandissima qualità. Hanno molte alternative anche dal punto di vista tecnico e di certo li troviamo nel loro momento migliore, lo dimostrano le prestazioni e i numeri. Noi però dobbiamo concentraci sul Chievo, su quello che possono dare i miei giocatori. Meggiorini e Floro Flores? Sono due giocatori che non trovavano il campo da tempo, tutti sono in netta crescita e possiamo solo migliorare».

Condividi
Articolo precedente
Montella: «Con il Chievo la partita dell’anno. Cassano-Puggioni? Tutto ricomposto»
Prossimo articolo
Due defezioni e 21 convocati per Maran in vista della Samp