Primavera: 3-2 e grande reazione sulla Fiorentina

© foto www.imagephotoagency.it

Si è concluso 3-2 il match tra Sampdoria e Fiorentina primavera, valido per la diciottesima giornata del Campionato Primavera Tim “Giacinto Facchetti”.

La partita si apre con una Samp piuttosto aggressiva che cerca subito di segnare: Calò al 6′ si invola verso la porta ma viene fermato. Per l’arbitro è simulazione e quindi giallo per il centrocampista triestino. Al 9′ ci prova Ponce, ma il suo colpo di testa viene neutralizzato dal portiere viola. Al 22′ un’ingenuità difensiva doriana permette a Bangu di serviere Perez: l’ala viola si trova a tu per tu con Massolo, che riesce solo a deviare la conclusione che si insacca in rete. La Samp risponde allo svantaggio intensificando ulteriormente la manovra e creando alcune occasioni da gol importanti. Prima Matulevicius manca lo specchio sugli sviluppi di un calcio d’angolo (31′), poi è il turno di Ponce che al 35′ manda a lato con un’incornata favorita dal pregevole lancio di Calò su punizione. Il primo tempo si chiude dunque 0-1, con i toscani lucidi nel trasformare la sola netta occasione da gol creata. 

Il secondo tempo comincia sulla falsariga del primo, con una Samp arrembante e una Fiorentina maggiormente impegnata a difendere ordinatamente il vantaggio, come dimostrato dal cartellino giallo riservato al portere toscano per perdita di tempo (52′). Dopo alcuni tentativi di contropiede viola, prontamente disinnescati dalla retroguardia doriana, arriva a rete del pareggio: Ponce insacca al 68′ coadiuvato dal neo entrato Tommasini. La reazione della Fiorentina non si fa attendere e sugli sviluppi di un corner Massolo è costretto al miracolo su Minelli (75′). La Samp ci crede ancora e all’80’ Tissone firma il vantaggio doriano sulla respinta di un palo colpito dal solito Ponce. La Fiorentina accusa il colpo andando in confusione, e due minuti dopo i blucerchiati dilagano: colpo di testa di Tommasini e portiere battuto. Nelle battute finali c’è ancora tempo per un rigore per i viola causato da Bacigalupo e trasformato da Minelli (87′), ma il triplice fischio sorride ai blucerchiati.

Grande reazione di un’ottima Samp quella vista oggi all’Andersen di Sestri Levante. I blucerchiati, immeritatamente in svantaggio, sono stati perfetti nel ribaltare il risultato nella seconda frazione confermando così lo splendido stato di forma. A mister Pedone va il grande merito di aver letto correttamente la partita con l’inserimento di Tommasini, il cui apporto è stato fondamentale dando nuova verve all’attacco blucerchiato. Sugli altri campi il Torino trionfa a Livorno 3-1 e mantiene dunque il distacco a +5. Nella prossima giornata occhi puntati sul derby con il Genoa, dove l’imperativo è imporsi per allungare la striscia vincente. 

Condividi
Articolo precedente
Obiang si confessa: «Alla Samp mi sentivo parte di una famiglia»
Prossimo articolo
Sampdoria-Atalanta: i convocati di Montella