Primavera, Testa: «Vorrei rimanere alla Samp, mi ispiro a Muriel»

massolo serie d
© foto www.imagephotoagency.it

Arrivato in prestito dal Livorno per rinforzare il reparto offensivo della Primavera blucerchiata, Alberto Testa si è raccontato ai microfoni di SampTV dopo un avvio di stagione scoppiettante: «E’ stata una trattativa un po’ lunga perchè io sapevo di venire qua già dall’inizio di quest’estate, però per varie questioni sono arrivato intorno a ferragosto. Sono contento perchè è la mia prima esperienza fuori, senza genitori, infatti ci ho messo un po’ per abituarmi ma i ragazzi sono tutti simpatici e mi sto trovando bene. Nella prima partita contro il Vicenza ho giocato 20 minuti, poi ho esordito da titolare contro il Pescara in Coppa Italia e ho segnato tre gol. E’ stato un esordio molto piacevole e sono contento di aver firmato una tripletta».

Su mister Pedone ha solo belle parole da spendere: «E’ molto carismatico e serio, diverso dagli altri che ho avuto. Per me è la prima volta che gioco nel 3-5-2, mi trovo bene perchè sono una prima punta in teoria, ma non ho il fisico adatto e quindi posso anche fare la seconda o il trequartista. Da subito il mister mi ha detto di stare sereno e di giocare come so, e mi sto trovando bene con lui. Ho trovato sicuramente un gruppo molto affiatato che si conosce da tanti anni, che mi ha accolto molto bene. Siamo tanti ’99, ma molto forti».

Anche il rapporto con la nuova città è buono, e riesce anche a trovare attimi di svago: «Genova l’ho girata un paio di volte e mi piace perchè è sul mare come Livorno, ed è stato più facile per me ambientarmi. La mattina vado a scuola – spiega – e in quel poco tempo libero che ci rimane dopo gli allenamenti vado a giocare a ping pong, o al mare». 

Quando gli viene chiesto un suo modello di attaccante, Testa pesca in prima squadra: «Mi piace molto Muriel, è un giocatore tecnico e veloce, diverso da me, ma è molto importante per la squadra e mi ispiro a lui». Un’ultima battuta sui traguardi da raggiungere per questa stagione: «L’obiettivo è sicuramente cercare di arrivare più in alto possibile e lottare per i playoff. Essendo il mio ultimo anno di Primavera, voglio fare bene e poi iniziare l’anno prossimo nei professionisti. Uno dei miei obiettivi sarebbe quello di impressionare la società – rivela – così da vestire in futuro la maglia della Samp e rimanere qua».

Condividi
Articolo precedente
Praet: «Imparare da gare come quella di ieri»
Prossimo articolo
Infortunio Florenzi, Regini: «Tornerai più forte di prima!»