Voglia di certezze: Thereau è il nome giusto per l’attacco – VIDEO

udinese convocati
© foto www.imagephotoagency.it

Fra i tanti nomi per l’attacco, la Sampdoria potrebbe alla fine ripiegare su Thereau: una scelta poco mediatica ma tecnicamente interessante: ecco perché

Gli ultimi due giorni di calciomercato saranno, come sempre, ferventi per la Sampdoria. Partito Schick in direzione Roma, in particolare, la società blucerchiata è alla ricerca di un profilo che possa adeguatamente sostituire il ceco. Dopo aver portato a Genova Kownacki, che rappresenta la scommessa offensiva di quest’anno, Osti e Pradé punteranno adesso su un uomo d’esperienza, che abbia inoltre, come espresso chiaramente dal tecnico Giampaolo, una conoscenza pregressa della Serie A per integrarsi al più presto nei nuovi schemi di gioco. Sfumato Zapata, che sembra vicino al Sassuolo, e con la pista Munir che sembra spegnersi pian piano, i radar degli uomini mercato blucerchiati si sono diretti verso Udine, in particolare verso l’attaccante Cyril Thereau. Il francese non ha trovato il giusto feeling con Delneri e potrebbe cambiare aria, accettando un’avventura stimolante a Genova. Vediamo allora di che tipo di giocatore si tratta.

Si tratta di un attaccante, in linea generale, molto completo: l’altezza ragguardevole – 1,89 – lo rende un pericolo costante per gli avversari sui corner a favore e sui cross dalla linea di fondo; nonostante una struttura fisica importante, però, il francese è un attaccante che sa anche dare del tu al pallone, dotato di una discreta tecnica. Certamente non si tratta di un centravanti rapidissimo palla al piede, ma di un giocatore, se si guarda ad un orizzonte più ampio, di manovra, bravo nell’aiutare la squadra ad alzarsi in momenti di difficoltà e nel tenere il pallone, nel dialogare con i compagni negli spazi stretti e, cosa fondamentale, nella realizzazione. Lo scorso anno per l’ex Chievo sono arrivati ben 12 gol in 33 presenze in campionato, mentre quest’anno l’attaccante è già a quota 3 marcature in 3 partite – Coppa Italia compresa. Non si tratta certamente di un nome altisonante, è vero, ma ciò che importa è fare la tara fra l'”alone mediatico”che un giocatore si porta dietro e ciò che quello stesso giocatore è effettivamente in grado di dare sul campo. In questo caso, Thereau rappresenterebbe un’acquisto intrigante, che potrebbe garantire una certa continuità di rendimento nell’immediato e rendersi utile alla crescita di questa Sampdoria. E potrebbe farlo bene, anche se non costa cifre folli e non si chiama Zapata, Vietto o Munir.

Condividi
Articolo precedente
amuzie sampdoriaAmuzie al Lugano: «Pronto per questa nuova sfida». È ufficiale
Prossimo articolo
Flamini proposto in Serie A: la Sampdoria rifiuta

1 COMMENTO