Audero e Andersen in coro: «Meritavamo il pari. Per l’Europa ci siamo ancora»

Audero e Andersen guardano già avanti: «Non siamo inferiori all’Atalanta, ora andiamo a Sassuolo per fare punti»

SAMPDORIA-ATALANTA: SINTESI E TABELLINO DEL MATCH
SAMPDORIA-ATALANTA: GLI HIGHLIGHTS
SAMPDORIA-ATALANTA: LE PAROLE DI GIAMPAOLO

Lascia l’amaro in bocca la sconfitta della Sampdoria contro l’Atalanta, soprattutto perché la sensazione è quella di aver perso definitivamente, o quasi, il treno per l’Europa. Grande dispiacere anche per il portiere blucerchiato Emil Audero, anche oggi autore di un’ottima prova fra i pali: «Hanno avuto più di noi solo i gol, uno fortuito e uno molto bello. Avremmo meritato un punto, il pareggio sarebbe stato un risultato giusto. Peccato perché tornare a casa con una sconfitta non è bello ma ci fa pensare al futuro. Ci sono altre partite da giocare, possiamo fare meglio. Sul primo gol Andersen sporca la palla a Zapata e il suo tiro mi beffa. Nel secondo gol invece l’avversario trova la porta da una posizione davvero difficile. Europa? Abbiamo ancora tante partite da giocare, l’importante è restare agganciati, dobbiamo crederci. Con Giampaolo analizzeremo la sconfitta la prossima settimana».

Anche il compagno di squadra Joachim Andersen, oggi autore di una grande prova, ha confermato la sua amarezza per il risultato maturato sul rettangolo verde del “Ferraris”: «Sono molto dispiaciuto per questa sconfitta, fa male. Il campionato però è ancora lungo, ci sono ancora undici partite da giocare, dobbiamo pensare alla prossima sfida con il Sassuolo e a fare i tre punti. Credo che nella primo tempo il nostro modo di pressare gli avversari fosse buono, ma abbiamo perso troppe palle. Nel secondo tempo invece abbiamo fatto meglio ed abbiamo avuto più occasioni, peccato davvero. Atalanta più forte di noi? No – ha concluso il difensore –, credo che la Samp sia più forte».