Connettiti con noi

2013

Biondini: «Con la Samp partita importante. Icardi? grande finalizzatore»

Pubblicato

su

È finalmente cominciata la settimana di avvicinamento ad Atalanta-Sampdoria, dopo un’estenuante pausa per la nazionali che tenuto tutti a bocca asciutta nel weekend.
Nella conferenza stampa di inizio settimana interviene per l’Atalanta Davide Biondini, che inquadra il momento della Dea e il suo periodo di ottima forma:

Sarà una specie di derby per Biondini visto il suo breve passato al Genoa? per il centrocampista dell’Atalanta no:

«Domenica per me non sarà una partita particolare, ma sarà molto importante per noi. Vincendo potremmo riuscire a fare un salto che ci permetterebbe di stare un po’ più tranquilli, anche se la salvezza matematica non sarebbe ancora raggiunta».

Gara importante, e le altre sfide fra concorrenti non sono andate male:
«Siamo stati bravi a gestire le pressioni, ma è anche vero che dobbiamo avere la consapevolezza della nostra posizione in classifica. Mancano otto partite e i punti in palio sono tanti. Giocheremo in casa e cercheremo di raggiungere il risultato massimo: abbiamo lavorato tanto e bene per questo».

Un’analisi sulla propria condizione:
«Da quando sono arrivato è il momento in cui sto meglio. Mi sento bene e spero di riuscire a fare qualcosa di più. La continuità mi sta aiutando e mi trovo sempre meglio a giocare in un ruolo che comunque non è il mio».

Anche i tifosi sembrano aver apprezzato le ultime uscite:
«Sono arrivato in un’isola felice e sono contento del rapporto che si è creato con i tifosi. Starà anche a me convincere la società, che ha il diritto di riscatto nei miei confronti. L’unica cosa che può incidere è la mia posizione in mezzo al campo ma c’è una cosa molto più importante, che è il raggiungimento della salvezza e siamo sulla strada buona».

Pericolo pubblico numero 1 nella Samp?
«Icardi, perché al momento è quello che finalizza al meglio il gioco. Loro hanno comunque un buon organico».

All’andata vittoria per 2-1 ma Samp disastrata, al ritorno non sarà così:
«Loro venivano da una situazione non facile ma adesso sono più tranquilli e consapevoli dei propri mezzi, grazie anche al lavoro di Delio Rossi».

Torna Cigarini, rientro importante:
«È un giocatore con caratteristiche particolari e non credo esista un doppione. È un rientro molto importante per noi, e ci darà una grossa mano».

In chiusura, un’opionione su Giacomo Bonaventura, che all’andata siglò il gol dello 0-1 a Marassi:
«Penso che lui sia un giocatore in grandissima crescita. Quest’anno ha fatto dei miglioramenti molto importanti. Qua si trova benissimo e non credo per lui sia un sacrificio rimanere un altro anno a Bergamo. Spetterà anche alla società prendere decisioni in merito».