Cessione Samp, altro incontro in programma col fondo: gli scenari

ferrero romei sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Nuovo incontro in programma fra i rappresentati del fondo e la Sampdoria: c’è la volontà di trovare l’intesa economica

Continua sottotraccia la trattativa fra Massimo Ferrero e York Capital Management per il passaggio di proprietà della Sampdoria. A inizio settimana c’è stato l’incontro a Londra fra il vicepresidente blucerchiato Antonio Romei e alcuni rappresentanti del ramo occidentale del fondo americano, con la prima offerta formulata dai compratori: 110 milioni che, per il momento, non convincono Ferrero a cedere. Ci vorrà dunque ancora un po’ di tempo e la reciproca volontà di venirsi incontro per chiudere l’affare. Tanto che, come riferisce l’edizione odierna di Repubblica, il meeting londinese sarebbe stato perlopiù un incontro interlocutorio conclusosi con la promessa di riaggiornarsi.

All’incontro, svela il quotidiano, ha presenziato anche Gianluca Vialli, pressato dalla FIGC per il ruolo di capo delegazione della nazionale ma sempre più intenzionato a seguire la pista del fondo americano, che potrebbe portarlo a diventare addirittura presidente della Sampdoria. Sulle cifre, come si diceva, c’è ancora da lavorare però, motivo per il quale le parti avrebbero deciso di vedersi ancora per capire se sia possibile venirsi incontro sulla cifra: Ferrero chiede sempre 150 milioni – ma, considerata la possibilità di poter cedere, si sta già guardando intorno, con un occhio di riguardo al Palermo -, il fondo può salire ancora. Sia la Samp che York Capital Management hanno fatto presente di avere alcune alternative in caldo – il fondo inglese per il blucerchiati, il Parma per gli americani -, ma si tratta di semplici giochi di potere volti a tirare l’acqua al proprio mulino: la sensazione è che, al di là di ciò, la volontà di trovare l’intesa ci sia.


VUOI RESTARE AGGIORNATO SULLA SAMPDORIA? SCARICA LA NOSTRA APP!