Cessione Samp, ieri incontro con Aquilor. Si aggiungono altri due fondi

ferrero sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Mediobanca incontra Aquilor, ma il gruppo inglese non formula la propria offerta. La prossima settimana previsti incontri con altri due fondi

Dopo un’attesa durata settimane, l’offerta del gruppo guidato da Gianluca Vialli è finalmente arrivata sulla scrivania di Massimo Ferrero. La proposta dell’ex attaccante sarà valutata in questi giorni dal presidente blucerchiato, che però, vista la valutazione della società fatta da Cushman & Wakefield, potrebbe chiedere qualcosa di più degli ormai famosi 80 milioni “puliti”. Come detto ieri a Bogliasco dopo la conferenza del tecnico doriano Marco Giampaolo, infatti, per il Viperetta la Samp vale tra 120 e 140 milioni. Una cifra importante, che per il momento Vialli & Co non hanno ancora raggiunto e che potrebbero non voler raggiungere. Sarà naturalmente Mediobanca, l’advisor della Samp, ad ascoltare comunque eventuali rialzi.

Intanto proprio Mediobanca, secondo Il Secolo XIX, ha ascoltato ieri il gruppo inglese Aquilor Utp. Incontro interlocutorio che non ha portato a particolari strette da parte del fondo britannico, evidentemente non spaventato dall’offerta formulata da Vialli. Nessuna offerta ancora dunque da parte di Aquilor, che sta analizzando i conti per produrre la propria proposta nei prossimi giorni. Prossimi giorni che saranno da bollino nero sull’agenda di Mediobanca: sono infatti previsti altri due incontri con potenziali compratori, ancora una volta due fondi. Uno arabo e uno anglo-spagnolo. Insomma, l’interesse intorno al club blucerchiato non accenna a scemare, anzi. Sarà premura del gruppo di Vialli, se davvero vorrà rilevare la Samp, alzare l’offerta appena possibile per evitare di perdere la pole position.