Cessione Samp, incontro con Dinan: la richiesta di Ferrero

ferrero cessione
© foto www.imagephotoagency.it

Ferrero e alcuni esperti di Mediobanca incontreranno Dinan con l’obiettivo di alzare l’offerta del gruppo Vialli: la partita vede Aquilor ormai fuori

La notizia della partenza del presidente della Sampdoria Massimo Ferrero per gli USA nella giornata di domenica ha scatenato i tifosi blucerchiati circa la possibilità di una chiusura della trattativa per la cessione della società doriana con il gruppo di Gianluca Vialli. In effetti, la missione del numero uno di Corte Lambruschini sembrerebbe essere proprio questa: l’idea è quella di incontrare Jamie Dinan, proprietario del fondo di investimento York Capital Management, coinvolto a titolo personale nell’acquisto della Sampdoria insieme appunto all’ex attaccante doriano, a Fausto Zanetton e ad Alex Knaster.

Obiettivo di Ferrero – che per il momento non è accompagnato dal vicepresidente Antonio Romei, che sta seguendo le vicende da Roma – è quello di strappare a Dinan un accordo economicamente più vantaggioso, che possa arrivare a sforare i 100 milioni “puliti” più l’accollamento dei debiti pregressi, mentre per il momento la proposta è ferma a 65 milioni più bonus e debiti pregressi. Ferrero vorrebbe tirare ancora un po’ la corda per chiudere l’accordo alle sue condizioni e secondo l’edizione genovese di Repubblica, per farlo, si è fatto accompagnare da un piccolo gruppo di esperti di Mediobanca, advisor scelto per filtrare le offerte. Non solo: il Viperetta sarebbe anche intenzionato a proporre un accordo che gli permetterebbe di mantenere una quota di minoranza del club e la carica di presidente, in modo da non perdere la visibilità mediatica guadagnata in questi anni all’interno del mondo del calcio.

Ferrero si sposterà poi da New York, passando da California e Florida con l’obiettivo di conoscere personalmente Dinan e di tornare in Italia con la promessa di un piccolo aumento dell’offerta, aumento che potrebbe significare, a questo punto, la tanto attesa fumata bianca. Vialli, intanto, attende notizie da Londra, conscio del fatto che ormai la partita si giochi senza più rivali: Aquilor, infatti, stizzito per non essere ancora riuscito a chiudere con Ferrero, non rilancerà più e sembra ormai tagliato fuori. A questo punto, le opzioni restano solamente due: la Sampdoria resterà in mano a Ferrero anche il prossimo anno oppure sarà ceduta entro breve al gruppo Vialli.