Dall’acquisto della Sampdoria ai tribunali: tutti gli intrecci delle società di Ferrero

ferrero Sampdoria cessione
© foto www.imagephotoagency.it

Dalla acquisto della Sampdoria alle vicende giudiziarie: tutti gli intrecci delle società di Ferrero e gli sviluppi futuri

Si avvicinano appuntamenti importanti per il presidente Massimo Ferrero e la Sampdoria: dalla nomina del nuovo CdA e le scandenze in tribunale. Le rassicurazioni del numero uno doriano non convincono la tifoseria blucerchiata, preoccupata per il destino del club che è coinvolto seppur indirettamente nelle questioni del suo patron. Ricostruiamo le tappe fondamentali e tutti gli intrecci delle società del gruppo Ferrero.

Il 12 giugno 2014 la Sampdoria viene rilevata dalla Vici S.r.l. che, dopo aver completato l’acquisizione dalla San Quirico S.p.A., sparisce dai radar. Viene creata una società ad hoc, la Sampdoria Spettacolo che congloba oltre al club doriano altre quattro società: Sampdoria Marketing & Communication, Eleven Finance, Do & Go Film e V Production. Il 18 settembre 2014 Ferrero, accompagnato da Andrea Diamanti amministratore delegato della Holding Max S.r.l., che detiene tutto il capitale sociale del neopresidente, suggerisce una nuova ridenominazione, questa volta in Sport Settacolo Holding S.r.l. Il 30 maggio 2015 la Eleven Finance viene venduta alla Holding Max S.r.l.

Il 12 dicembre 2018 Ferrero chiarisce, in concomitanza con le notizie delle indagini della procura, la distinzione tra le società impegnate nello spettacolo e la Sampdoria: «Il 28 dicembre ci sarà una assemblea nella quale annunceremo un nuovo consiglio. Sono due anni che stiamo ristrutturando il gruppo: la Sampdoria è separata dalla società di Roma. Lì fanno il cinema, qui facciamo sport».

Dalle indagini della procura emerge nuovamente la Vici S.r.l. che avrebbe ottenuto dalla Sampdoria, in tre tranches di pagamento, la somma di 1.159mila euro per i lavori a Bogliasco. Queste somme sarebbero andata a sanare un debito della società FAVERM S.r.l. di Vanessa Ferrero nei confronti della Livingston. Risulterebbero inoltre bonifici in favore della FILM 9 di Giorgio Ferrero (socia anche Vanessa Ferrero al 20%), V Production sempre della figlia del Viperetta e a Equitalia. L’ipotesi della procura di Roma è di una distrazione dalle casse della società calcistica da 1,2 milioni di euro, parte del corrispettivo ottenuto dalla cessione del calciatore Pedro Obiang. Il gup, dopo l’ennesimo rinvio, si pronuncerà il 26 giugno.

Parallelamente a questo iniziano i problemi finanziari delle società del gruppo: la Eleven Finance, guidata da Vanessa Ferrero e proprietaria dei cinema romani tra cui l’Adriano, presenta il 15 gennaio ricorso per l’ammissione alla procedura di concordato preventivo sulla quale il tribunale di Roma si pronuncerà il 23 marzo. Qualora dovesse essere bocciato il piano di rientro, sebbene la Eleven Finance non sia collegata direttamente alla Sampdoria, potrebbero esserci ripercussioni sul piano societario e finanziario.