Di Francesco a caccia di esterni: Berardi è il sogno

berardi sassuolo
© foto www.imagephotoagency.it

Di Francesco a caccia di esterni per la sua nuova Sampdoria, spunta l’idea Berardi: sconto dal Sassuolo con Caprari?

È questione di ore per vedere Eusebio Di Francesco sulla panchina della Sampdoria. Oggi dovrebbe arrivare la risoluzione con la Roma e, una volta apposta la firma sul contratto che lo legherà ai blucerchiati fino al 2022, ecco che tutto l’ambiente Samp potrà ripartire, dalla pianificazione del ritiro estivo di Ponte di Legno alle operazioni di mercato. Con il nuovo sistema di gioco, il 4-3-3, la dirigenza doriana dovrà cercare di soddisfare le esigenze del nuovo tecnico, impiegando parte del proprio budget per acquistare quegli esterni d’attacco che con Marco Giampaolo sarebbero stati inutili.

Già presenti in rosa e con esperienza in quel ruolo figurano Gianluca Caprari e Manolo Gabbiadini, ma la Samp dovrà necessariamente allargare il ventaglio delle scelte. In arrivo e adattabile c’è anche Gonzalo Maroni, che dopo aver sostenuto le visite mediche venerdì sta aspettando che vengano sbrigate le ultime faccende burocratiche tra Samp e Boca Juniors prima di apporre la propria firma sul contratto; altro nome in ballo è quello di Gregoire Defrel che, sebbene il club di Corte Lambruschini abbia deciso di non riscattare dalla Roma per via del costo – circa 13 milioni di euro – potrebbe rivedersi a sorpresa in quel di Genova imbastendo una nuova trattativa, dato che il francese aveva già lavorato con Di Francesco a Sassuolo e due anni fa era stato tra le prime richieste del tecnico, insediatosi sulla panchina della Roma. Da scartare l’ipotesi Luis Muriel, infortunatosi sabato in Copa America con la sua Colombia.

Secondo Il Secolo XIX, tuttavia, a stuzzicare maggiormente la Sampdoria è il nome di Domenico Berardi. L’esterno del Sassuolo, infatti, è uno dei pupilli dell’allenatore abruzzese che, oltre ad aver sempre dimostrato grande stima nei suoi confronti e fiducia nelle sua potenzialità, è riuscito ad ottenere da lui numeri mai ripetuti in carriera: 154 presenze (tra Serie A, Serie B, Coppa Italia ed Europa League), condite da ben 59 gol e 50 assist. I rumors dall’Emilia parlano di un Berardi in uscita: «Se resta con noi siamo ben felici, ma tranquilli non lo siamo mai», aveva detto pochi giorni fa l’ad neroverde Giovanni Carnevali, interrogato su un possibile addio del classe ’94.

Lo stesso giocatore gradirebbe riabbracciare il tecnico che ne ha fatto le fortune, ma l’ostacolo maggiore per il club blucerchiato potrebbe essere naturalmente il costo del cartellino. Dopo un’annata non proprio brillante, il Sassuolo difficilmente potrà chiedere più di 25-30 milioni per Berardi: una cifra impegnativa – da record, per la Samp – ma che potrebbe abbassarsi grazie all’inserimento di Gianluca Caprari nell’operazione. Gli emiliani da diverse sessioni di mercato provano ad aggiudicarsi l’ex Pescara, ma senza successo, e anche questa volta sono tornati alla carica: la società di Massimo Ferrero potrebbe sfruttare a suo favore l’interesse per Caprari – su cui c’è anche l’Atalanta – e ottenere uno sconto di almeno 15-20 milioni sul prezzo di Berardi. La trattativa è tutta da imbastire, ma i presupposti perché possa diventare realtà a breve ci sono tutti.