Dinan prende le redini: vuole le quote di maggioranza della Samp

Dinan scende in campo nella trattativa per l’acquisto della Sampdoria: le quote di maggioranza del club finirebbero direttamente a lui

La trattativa fra Massimo Ferrero e York Capital Management per la cessione della Sampdoria è entrata da ieri in una fase cruciale. Entro la fine di questa settimana, infatti, si dovrebbe sapere se il fondo americano sarà o no il prossimo proprietario del club blucerchiato. Ferrero ha imposto una deadline precisa a Gianluca Vialli nella loro telefonata: il presidente doriano vuole avere un’offerta concreta sulla propria scrivania entro la fine di questa settimana, altrimenti potrebbe prendere in considerazione anche altre proposte, in particolare quella degli inglesi di Aquilor Capital. È anche per questo motivo che la società doriana si è dotata di un advisor che possa consigliare Ferrero sul da farsi con l’offerta di York Capital e di quelle che eventualmente la seguiranno.

È indubbio che Ferrero abbia cercato, con l’imposizione di una scadenza precisa, di stimolare Vialli e gli americani a fare un’offerta seria, che secondo il presidente doriano non può non essere a tre cifre: 130 milioni circa sarebbero l’importo giusto per far crollare le resistenze del Viperetta. Secondo Il Secolo XIX, però, quella di York Capital potrebbe anche essere una strategia: ritardare l’offerta per costringere Ferrero ad accettare la proposta che arriverà più tardi, facendo leva sul sentimento popolare che vorrebbe vedere Vialli assiso sul trono di Corte Lambruschini al più presto. Strategia certamente ardita quella degli americani, che potrebbe pagare ma che potrebbe anche rivelarsi autodistruttiva: procrastinare ulteriormente il closing con l’attuale proprietà blucerchiata significherebbe infatti esporsi al rischio di essere superati da altre offerte dato che, da ciò che si dice, i concorrenti per l’acquisto della società non mancano: fondi inglesi e arabi, una cordata italiana.

Emerge inoltre un particolare che riguarda ancora York Capital: come già anticipato, la Sampdoria dovrebbe essere gestita da una costola del fondo, gestita da Vialli e altri tre imprenditori. Ma le quote di maggioranza potrebbero finire direttamente al leader nonché CEO di York Capital, Jamie Dinan. Secondo il quotidiano genovese, infatti, sarebbe proprio l’amministratore delegato dell’hedge fund – già legato al mondo dello sport per via dei Milwakee Bucks, franchigia dell’NBA – a voler acquisire il controllo del club. Dinan viene infatti descritto come un personaggio legato alla Liguria, sia per via degli investimenti del fondo, che per gusti personali – apprezzerebbe in particolare la zona di Portofino. Prendere le redini della Sampdoria significherebbe dunque per lui entrare ancor più a fondo in contatto con il territorio genovese e chissà, magari, dopo la pallacanestro, appassionarsi anche ad un nuovo sport.


VUOI RESTARE AGGIORNATO SULLA SAMPDORIA? SCARICA LA NOSTRA APP!