Donadoni sulla Serie A: «La Cina insegni. Dopo cambierà tutto»

donadoni
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex ct dell’Italia Donadoni: «La Cina deve essere un insegnamento. Dopo cambierà tutto»

Dalla Cina, l’ex ct dell’Italia Roberto Donadoni commenta la situazione in Serie A. L’attuale tecnico dello Shenzhen è intervenuto a Radio Anch’io Sport: «Si riuscirà a concludere la stagione entro l’estate? Onestamente non so, non vivendo lì non ho la percezione. Può essere possibile ma dipende da noi e dalla capacità di gestire le cose. Serve non essere superficiali, così le cose miglioreranno certamente. La Cina deve essere un insegnamento».

Le squadre potrebbero essere costrette ad allenarsi a gruppi per diverso tempo: «Può essere il primo step, con grande attenzione e senza trascurare nulla. Sarebbe un buon inizio per tornare alla normalità». Dopo aver sottolineato l’importanza di aiutare le categorie inferiori, Donadoni si immagina lo scenario post-Coronavirus: «Probabilmente sarà tutto diverso, ma non solo nel calcio. Accadrà in tutti i settori che compongono ogni ambiente di lavoro. Ognuno deve dare il suo contributo, ci dovremo ridimensionare senza pensare solo e soltanto al portafoglio. Le cose non potranno andare avanti come prima – ha concluso – dovremo rivedere tante cose».