Ferrero incredulo: «Com’è possibile tanta aggressività?»

ferrero sampdoria
© foto www.imagephotoagency.it

Ferrero incredulo dopo l’assedio al ristorante da parte dei tifosi: «Com’è possibile tanta aggressività? Era una cena di lavoro»

Il clima in casa Sampdoria si fa sempre più teso, dopo la giornata da horror trascorsa ieri da Massimo Ferrero. Il risveglio con una scritta minacciosa apparsa sui cancelli di Casa Samp a Bogliasco, alla sera l’assedio da parte di una cinquantina di ultras a San Desiderio, mentre il presidente si trovava a cena alla Trattoria Bruxaboschi con Eusebio Di Francesco e il ds Carlo Osti.

Ai taccuini de Il Secolo XIX, il numero uno blucerchiato ha rilasciato a caldo un commento su quanto accaduto: «Io mi chiedo come sia possibile tanta violenza verbale, tanta aggressività. È una cena di lavoro per la Sampdoria, per parlare di come risollevarci in classifica». Delusione, sgomento e inquietudine per Ferrero, che nel frattempo ha lanciato un ultimatum al gruppo Vialli.