Gabbiadini ci crede: «L’Europa è un obiettivo concreto»

Gabbiadini non si nasconde: «Abbiamo le qualità per puntare all’Europa. Chi parla meno fra me e Giampaolo? Probabilmente io»

SAMPDORIA-UDINESE: SINTESI E TABELLINO DEL MATCH
SAMPDORIA-UDINESE: GLI HIGHLIGHTS
SAMPDORIA-UDINESE: LE PAGELLE

Prima partita al “Ferraris” dopo il suo ritorno alla Sampdoria e, al primo pallone toccato, primo gol per Manolo Gabbiadini con la casacca blucerchiata – nuovamente – addosso: «Avevo fatto gol anche quattro anni fa in quella porta contro l’Udinese, quindi è cambiato poco – ha scherzato l’attaccante in mixed zone. Non mi sembra che il nostro inizio di partita sia stato complicato, è sempre difficile sbloccare le partite ma dopo il primo gol è stato tutto più semplice, siamo riusciti a fare il nostro gioco». Impossibile non parlare dell’uomo della serata, Fabio Quagliarella: «Fabio è un grande campione, non lo scopriamo certo oggi. Se sarà abbastanza sveglio, riuscirò a imparare tanto da lui».

Dopo un risultato così roboante e una classifica che fa sognare i tifosi è lecito chiedersi se l’Europa non debba essere effettivamente un obiettivo concreto per la Samp: «Assolutamente sì, abbiamo le qualità per potercela fare. Sto testando ogni giorno in allenamento con i miei occhi che le qualità ci sono, dobbiamo crederci. Un buon impatto oggi e a Firenze? Sì, è vero, ma ciò che importava di più era portare a casa i tre punti segnando tanto e non subendo gol. A Napoli dovremo giocare come sappiamo, sarà difficile ma dobbiamo provarci. Giampaolo? Lo conoscevo già, sapevo che è un tipo di allenatore molto preciso che fa caso a tutti gli aspetti. Chi parla di meno fra me e lui? Credo io – ha concluso col sorriso Gabbiadini –, lui deve spiegare troppe cose».

«»

Articolo precedente
giampaolo sampdoriaGiampaolo strabiliato: «Quagliarella straordinario. Quarto posto? Pagherei»
Prossimo articolo
colley sampdoriaColley pianta le tende: «Qui sto bene, devo dire grazie a Giampaolo»