Gabbiadini dimentica il gol: «Pensiamo già a mercoledì» – VIDEO

Sampdoria-Torino, Gabbiadini in zona mista: «Che emozione il gol, ma pensiamo già a mercoledì» – VIDEO

SAMPDORIA-TORINO: TUTTE LE EMOZIONI
SAMPDORIA-TORINO: LE PAGELLE

La vittoria di oggi sul Torino, la prima della stagione per la Sampdoria, porta la firma di Manolo Gabbiadini: «È stata una grande emozione, soprattutto perché siamo andati in vantaggi e siamo riusciti a portare a casa i tre punti. Era fondamentale oggi», ha esordito l’attaccante blucerchiato in zona mista. Quello di oggi sotto la Gradinata Sud è stato tra i più pesanti realizzati con la maglia della Samp: «Penso che ogni gol che porta punti sia importante, quello di oggi in particolare. Però non ci dobbiamo fermare qua, perché non abbiamo fatto niente, quindi ora pensiamo già a mercoledì».

La sua rete ha conferito sicurezza alla squadra, che ha gestito in scioltezza il secondo tempo mettendo alle corde il Torino: «Anche nei primi 30′ contro il Sassuolo o a Napoli abbiamo offerto grandi prestazioni – ricorda Gabbiadini – ma non siamo riusciti a segnare quando potevamo. Oggi abbiamo vinto, ma dobbiamo essere più cattivi quando abbiamo l’opportunità di fare gol».

La nuova disposizione tattica adottata da Di Francesco sembra valorizzarlo: «Siamo un grande gruppo, tutti uniti, chi scende in campo sa cosa deve fare e lo fa nel migliore dei modi. Non penso si tratti di modulo, ma di comportamento in campo, aggressività e concentrazione. Giocare è sempre un bene, ti può rifare o dare continuità a una buona prestazione. Prima Non andava tutto male, siamo stati solo sfortunati nelle prime partite, a parte contro la Lazio. Non era necessario preoccuparsi troppo, perché avevamo consapevolezza di noi stessi e oggi lo abbiamo dimostrato».

Il rapporto con il nuovo tecnico va a gonfie vele: «Sono due mesi che lavoriamo insieme, c’è un grande rapporto e un gruppo unito con lo staff, col mister e con la tifoseria: tutti quei problemi che dite voi non esistono». Mercoledì ci sarà la Fiorentina da affrontare, mentre sabato arriverà l’Inter al “Ferraris”: «Prima o poi le devi incontrare tutte. Ora pensiamo a mercoledì, poi penseremo all’Inter. Problemi fisici nel finale? Niente di che, solo un po’ di stanchezza», ha assicurato.