Maran, Pozzi e il din don: domani atto terzo

© foto www.imagephotoagency.it

Resterà impressa nella nostra mente e nei nostri cuori. Come scordare l’eroica cavalcata di Rispoli e la rete di Pozzi in contropiede. Varese battuto due volte e Samp in trionfo, di ritorno subito in serie A. All’andata capitan Gastaldello (doppietta) e Pozzi; al ritorno ancora il numero 9 a cui da quel giorno resterà legato il coro “din don, din don… intervengo da Varese ha segnato Pozzi-gol”.
Ma come ben sapete in quel Varese l’allenatore era Rolando Maran che pregustava di arrivare in A dopo una grande stagione alla guida del club lombardo. La Samp stoppò il suo sogno, non senza polemiche. Ancora ricordiamo le sue sterili critiche per l’arbitraggio e la prestazione dei blucerchiati all’andata. Insomma pare essersela legata al dito e domani sarà occasione per entrambi di rincontrarsi perchè il tecnico di Trento la serie A comunque l’ha conquistata, in più sta guidando il suo Catania verso un campionato tranquillo. Ma domani sarà diverso, è di nuovo Maran vs Samp: atto terzo. Di certo per noi quella siciliana è una trasferta difficile. Dopo i tre risultati positivi l’Udinese ha interrotto la nostra striscia, ma è giunta l’ora di tornare a far punti anche in trasferta dopo lo splendido pari di Firenze. Infatti il Doria non vince fuori dalle mura amiche da esattamente 3 mesi: 2-3 a Pescara targato Maxi Lopez ed Estigarribia. Era il 16 settembre, davvero troppo tempo è passato. Noi staremo attenti domani alle insidie etnee, ma certamente anche Maran avrà alta la guardia: non c’è due senza tre

Articolo precedente
Lodi vs Maresca: attenti a quei due
Prossimo articolo
Probabili formazioni Catania-Sampdoria