Pedone: «Raggiunto l’obiettivo, l’importante è saper giocare a calcio»

pedone sampdoria
© foto Mattia Bronchelli

Il tecnico della Primavera della Sampdoria analizza la sconfitta contro la Juventus e l’uscita dalle Final Eight del campionato

Francesco Pedone è intervenuto in conferenza stampa per analizzare la sconfitta della Sampdoria contro la Juventus, al termine del quarto di finale del campionato Primavera«La chiave della partita è stato il nostro errore in fase di disimpegno che ha portato la Juve al gol. Poi abbiamo avuto diverse occasioni per pareggiare, ma non siamo stati capaci di sfruttarle. Hanno pressato molto e impedito di giocare come avremmo voluto nel primo tempo, mentre nella ripresa abbiamo accelerato i ritmi e dato più intensità al gioco.Forse col caldo calano le energie e la lucidità, ho provato a cambiare l’inerzia della gara con le sostituzioni ma non è cambiato nulla, peccato per il risultato amaro. VAR? L’arbitro ha avuto modo di riflettere in qualche circostanza, la prima volta è stata molto positiva. L’anno prossimo ci saranno ancora delle modifiche, ben vengano queste nuove opportunità. Noi avevamo come obiettivo quello di rimanere nell’élite del campionato Primavera e ci siamo riusciti, abbiamo giocato con tanti ’99 e l’importante è saper giocare a calcio. Balde? Le aspettative sono aumentate dopo i risultati della squadra, noi cerchiamo di proteggerlo perché deve lavorare e mantenere il suo talento, deve crescere nella maniera giusta senza troppa pressione. Lo scouting? La Samp è molto attenta ai giovani talenti, guardiamo l’attitudine e la prospettiva del ragazzo. Chi ha messo in mostra le proprie qualità avrà la possibilità di andare in prima squadra».

Articolo precedente
Pagelle Juventus-Sampdoria 1-0: Gomes Ricciulli spreca, Pastor ingenuo
Prossimo articolo
ricky alvarez sampdoriaPagellone 2016/17 – Ricky Alvarez: il viale del tramonto